Imprenditori del Web

INIZIO DELL’ATTIVITÀ


Le imprese che iniziano l’attività di agente o rappresentante di commercio devono presentare la segnalazione certificata di inizio attività utilizzando la Comunicazione unica al Registro delle imprese nella cui provincia esercitano l’attività oppure, se esercitano l’attività in più sedi o unità locali, devono presentare una SCIA per ciascuna di esse al competente Registro delle imprese . 

I requisiti di idoneità (professionali e morali) previsti dalla legge per lo svolgimento dell’attività di agente o rappresentante di commercio devono essere posseduti:

  • dal titolare di impresa individuale,
  • da tutti i legali rappresentanti di impresa societaria,
  • dagli eventuali preposti,
  • da tutti coloro che svolgono a qualsiasi altro titolo l’attività in parola per conto dell’impresa sia presso la sede che presso eventuali localizzazioni della stessa.

L’adempimento relativo alla SCIA si assolve allegando alla Comunicazione unica i seguenti modelli, con eventuale “SCIA modulistica regionale unificata”:

a) il modello “ARC” compilato:

  • nella sezione “Scia”;
  • nella sezione “Requisiti” con indicazione dei requisiti di idoneità previsti dalla legge per lo svolgimento dell’attività in argomento per il titolare di impresa individuale o per il legale rappresentante di impresa societaria o per eventuale preposto che svolga a qualsiasi altro titolo l’attività per conto dell’impresa;

b) il modello intercalare “Requisiti” con indicazione dei requisiti di idoneità previsti dalla legge per lo svolgimento dell’attività in argomento per tutti i soggetti successivi al primo, il quale ha già compilato l’apposita sezione “Requisiti” del modello “ARC”.

I modelli vanno presentati telematicamente al Registro delle Imprese.


ACCESSORI

Procurarsi una casella PEC

164 risposte a Diventare Agente di Commercio

  • Il corso abilitante è uno dei requisiti professionali necessari per diventare Agente. Segnaliamo la partenza del Corso per Agente e Rappresentante a Rimini, disponibile in due modalità diverse (intensivo o weekend). Per info e iscrizioni -> corso

  • Buonasera, sono stato tre anni all’estero. Ora sono rientrato in Italia e sto per intraprendere nuovamente la professione di agente di commercio. Sono iscritto all’Enasarco dal 1983 e ho cessato l’ultimo mandato nel 2011. Ora però scopro che il ruolo agenti e rappresentanti è stato soppresso nel 2013 e che ho tempo fino al 12 maggio 2017 per iscrivermi nell’apposita sezione REA. A patto però che, alla data del 12 maggio 2012 non esercitassi attività (e così é) e che risultassi iscritto all’Albo, requisito professionale abilitante per l’avvio dell’attività.
    La mia domanda é la seguente: come faccio a verificare la mia iscrizione in quella data? La Camera di Commercio non fa servizio di sportello per gli agenti e rappresentanti e non ho ricevuto risposte alle mie email.
    Grazie.

    • Buongiorno Enrico,
      se neanche il tuo commercialista può aiutarti, ti consiglio di rivolgerti ai colleghi della sede USARCI della tua zona che sicuramente sapranno esserti di aiuto.
      Buon lavoro

  • Buongiorno
    Sono ingegnere libero professionista con p.iva e da pochi mesi anche agente di commercio. Prima svolgevo anche lavoro dipendente e quindi mi sono iscritto alla gestione separata. Ora ho p.iva con due codici attività e farò fatture separate. Il mio dubbio è se posso restare con la gestione separata versando i minimi ad inarcassa ed enasarco. Grazie

    • Buongiorno Fabio,
      è necessario verificare con il tuo commercialista la tua posizione fiscale e verificare con lui quale sia la strada migliore da intraprendere per il tuo caso specifico.
      Buon lavoro

  • ciao, vorrei avviare una srls come agenzia di commercio e vendita di servizi, posso detrarre comunque le spese come agente di commercio, ho un diploma di ragioniere e da 10 anni lavoro come dipendente nel settore commerciale/vendite. inoltre posso usufruire della legge bersani per la classe di merito da utilizzare per l’acquisto di un auto aziendale scaricando i costi come agente di commercio’

    • Ciao Giacomo,
      è necessario verificare con il tuo commercialista la tua posizione fiscale e verificare con lui quale sia la strada migliore da intraprendere per il tuo caso specifico.
      Buon lavoro

  • Salve, vorrei porle un quesito:
    premetto che ho esercitato per cira 20 anni l’agente di commercio a Montecarlo per svariate aziende,un’azienda Italiana mi ha offerto un contratto allettante, dovrei aprire una p.iva per poi iscrivermi alla camera di commercio e cosi via….la mia domanda è : è mai possibile che dopo vent’anni di lavoro all’estero per l’Italia devo fare un corso per diventare agente di commercio ? Mi sembra assurdo.
    Grazie

    • Buongiorno,
      l’ideale è contattare la camera di commercio della propria provincia e verificare se le attività svolte all’estero possono sostituire i requisiti professionali richiesti in Italia per esercitre la professione di Agente di Commercio.
      Qui trovi l’elenco dei requisiti professionali: requisiti.
      Buon lavoro.

  • Salve,
    io da più di due anni sono coadiuvante ( posseggo anche i requisiti) in un bar, e ora volevo diventare agente di commercio.
    Volevo chiedere se devo fare il corso da agente oppure no, perchè da quello che leggo se si ha lavorato per almeno 2 anni in un esercizio di somministrazione non si deve fare il corso, mentre stamattina sono andato all’ ASCOM e mi hanno detto che invece devo fare il corso…e la cosa mi è sembrata strana….

    • Ciao Mattia,

      ti consiglio di rivolgerti alla camera di commercio della tua provincia chiedendo a loro se sei in regola. I requisiti professionali non sono un’opinione.
      In bocca al lupo.

      • Grazie per la rapidissima risposta, naturalmente andrò anche in camera di commercio…però quello che dico io, preso dal sito ufficiale qui c’è scritto che non c’è bisogno di fare il corso se ” ho prestato la propria opera per almeno un biennio in qualità anche di dipendete qualificato al settore vendite , coadiuvante, titolare o amministratore di società con attività di vendita o somministrazione.

  • Buongiorno Valentino è stato facile grazie al mio diploma di operatore turistico che mi ha esentato dalla frequenza del corso. ti suggerisco di controllare i titoli di studio abilitati
    ciao

  • Buongiorno io lavoro come procacciatore d’affari da due anni presso un’azienda che tratta di tabacco, vorrei sapere come fare per diventare agente di commercio a tutti gli effetti.
    Lavoro nella provincia di Imperia e la camera di commercio non fa corso per abilitare a tale mansione.
    La ringrazio molto
    Buona giornata

    • Buongiorno Daniele,

      ho visto sul web che quest’anno a Imperia la confcommercio ha fatto il corso.
      Conviene andare ad informarsi comunque presso la camera di commercio per conoscere tutti gli operatori accreditati.

      Buon lavoro

  • Buonasera,
    ho scoperto che chi possiede il diploma di ragioneria,non è tenuto a frequentare un corso di formazione,dato che io posseggo il diploma di ragioneria,come faccio a diventare a tutti gli effetti un agente di commercio?
    Grazie

  • Buongiorno,
    sarei interessato a diventare agente di commercio,esistono dei corsi per agente di commercio gratuiti,o sono tutti a pagamento?Io sono di Milano.
    Grazie

  • Salve, sono un geometra iscritto all albo dei geometri di napoli, posso intraprendere anche il lavoro di agente di commercio di materiali edili o le due cose vanno in conflitto?
    Grazie

    • Salve Mario,

      INCOMPATIBILITÀ

      L’esercizio dell’attività di agenzia o rappresentanza svolta in forma di impresa è incompatibile:

      – con le attività svolte in qualità di dipendente da persone, associazioni o enti, privati e pubblici (ad eccezione del dipendente pubblico in regime di tempo parziale non superiore al 50% delle ore totali previste dal contratto);
      – con l’esercizio dell’attività per le quali era prescritta l’iscrizione nei ruoli dei mediatori;
      – con l’esercizio dell’attività per le quali è prescritta l’iscrizione nei ruoli dei mediatori ovvero con l’esercizio dell’attività di agente di affari in mediazione o altre attività di mediazione.

      Consiglio vivamente una chiacchierata con un commercialista esperto o con i colleghi dell’USARCI della tua zona.
      Buon lavoro

  • Salve,
    vorrei porle un quesito.
    ho una partita iva aperta in Puglia come agente e rappresentante di prodotti farmaceutici.
    Sono stato contattato da un’azienda a Roma che mi richiede l’iscrizione all’albo degli agenti di commercio.
    Dovendomi trasferire come faccio?
    Nel senso posso frequentare il corso a Roma , devo trasferire tutto alla camera di commercio a roma??

  • Salve, io lavoro come commerciale dipendente in un’azienda da diversi anni. Vorrei diventare agente di commercio ma il mio inquadramento in busta paga è 4 livello settore metalmeccanico (anche se è specificato il mio ruolo di commerciale). E’ un problema o devo fare il corso?
    Grazie.
    Marco

    • Ciao Marco,
      qui trovi tutti i requisiti professionali, dove al punto c):…esperienza professionale:

      • aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di presentazione della Scia, alle dipendenze di un’impresa che abbia esercitato attività di commercio, o attività di produzione con relativa vendita, o attività di somministrazione, purchè la prestazione lavorativa (comprovata con idonea documentazione) sia stata svolta: con qualifica di viaggiatore piazzista oppure con mansioni di dipendente qualificato addetto al settore vendite e quindi deve trattarsi di un lavoratore di concetto con mansioni di direzione ed organizzazione delle vendite (ad esempio inquadrato al 1° o 2° livello del contratto del commercio, oppure al 6° o al 7° livello del contratto dell’industria);
      • aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di presentazione della Scia in qualità di titolare, legale rappresentante, coadiutore o collaboratore familiare o socio lavorante iscritto all’I.N.P.S. presso un’impresa che abbia esercitato attività di commercio, o attività di produzione con relativa vendita o attività di somministrazione;
      • aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di presentazione della Scia in qualità coadiutore o collaboratore familiare o socio lavorante iscritto all’I.N.P.S. presso un’impresa che abbia esercitato attività di agenzia o rappresentanza di commercio;

      Il commercialista ti saprà dare informazioni esatte.
      Buon lavoro

  • ciao Bruno sono cristian dovrei iniziare a lavorare . solo che mi hanno chiesto di aprire una partita iva come agente di commercio … la commercialista mi ha detto che devo fare un corso a riguardo ma ci sono altri modi ed agirare il corso?? la ringrazio

  • grazie mille oggi ho scoperto che posso evitarmi il corso! meno male accorcio i tempi

  • buongiorno ho bisogno di info in merito all’obbligatorietà di partecipare al corso agenti di commercio per poter avere mandato di agenzia come tale. Volevo sapere se è realmente obbligatorio o se eventualmente con quali diplomi si è esentati. Io attualmente sono iscritto in CCIAA come agente in attività finanziaria e mediazione creditizia ma da genaio cambio lavoro. Mi hanno proposto contratto enasarco come agente di commercio. Che devo fare? grazie mile

  • Salve , sto intraprendendo la carriera di agente di commercio , ma sono proprietario al 30% di un bar … È possibile svolgere entrambe le attività , oppure le 2 attività non sono compatibili ??
    Leggevo in giro sul web , che un agente di commercio ha delle limitazioni lavorative… Grazie

    • Buongiorno Nicola,

      l’esercizio dell’attività di agenzia o rappresentanza svolta in forma di impresa è incompatibile:

      • con le attività svolte in qualità di dipendente da persone, associazioni o enti, privati e pubblici (ad eccezione del dipendente pubblico in regime di tempo parziale non superiore al 50% delle ore totali previste dal contratto);
      • con l’esercizio dell’attività per le quali era prescritta l’iscrizione nei ruoli dei mediatori;
      • con l’esercizio dell’attività per le quali è prescritta l’iscrizione nei ruoli dei mediatori ovvero con l’esercizio dell’attività di agente di affari in mediazione o altre attività di mediazione.

      In bocca al lupo.
      Bruno

  • Salve

    sicuramente sarò ripetitivo ma voglio delle delucidazioni in merito

    1 sono un dipendente settore commercio addetto vendita mobili da 14 anni (credo di rientrare nei requisiti richiesti) quindi volevo chiederle conferma. Per diventare agente di commercio non devo frequentare nessun corso di formazione?

    2 per l’ avvio della pratica SCIA devo è obbligatoria l’apertura della partita iva o può essere posticipata chiede questo perché a giorni finirò il rapporto di lavoro e il futuro lavoro di agente partirà non prima di febbraio 2015 quindi in questi mesi di buco posso usufruire della disoccupazione

    porgo cordiali saluti e grazie per la risposta

    • Buongiorno Roberto,

      1) in qualità di addetto alle vendite i requisiti professionali sono quelli definiti alla lettera c) esperienza professionale: “…aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di presentazione della Scia,…”

      2) Dal 1 aprile 2010 la Comunicazione Unica ha semplificato il rapporto tra le imprese e la Pubblica amministrazione.
      In precedenza gli interessati adempivano ai propri obblighi nei confronti delle Camere di Commercio, dell’Agenzia delle Entrate, dell’INAIL e dell’INPS utilizzando procedure diverse per ogni ente. A seconda della natura dell’impresa (individuale o società) si utilizzavano moduli cartacei, sistemi telematici, trasmissioni via fax o presentazioni allo sportello per:
      – richiedere il codice fiscale e la partita IVA;
      – aprire la posizione assicurativa presso l’INAIL;
      – chiedere l’iscrizione all’INPS dei dipendenti o dei lavoratori autonomi;
      – chiedere l’iscrizione al Registro delle Imprese tenuto dalle Camere di Commercio.

      Grazie al coordinamento fra questi enti è stato possibile avviare, nel rapporto tra imprese e Pubblica Amministrazione, processi di semplificazione amministrativa che sfruttano i benefici offerti dalla telematica. Con la Comunicazione Unica, infatti, tutti gli adempimenti possono essere assolti rivolgendosi ad un solo polo telematico, il Registro delle Imprese, che è l’unico soggetto a cui inviare la pratica digitale contenente le informazioni per tutti gli enti.

      La pratica di Comunicazione Unica è un insieme di file così strutturato: modello di Comunicazione Unica (documento contenente i dati del richiedente, l’oggetto della comunicazione ed il riepilogo delle richieste ai diversi enti);

      modelli per il Registro delle Imprese;
      modelli per l’Agenzia delle Entrate;
      modelli per l’INPS;
      modelli per l’INAIL;
      eventuale SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) per il SUAP (Sportello Unico delle Attività Produttive).

      Inoltre, alla domanda/denuncia deve essere allegato anche il mandato di agenzia.

      La procedura è molto laboriosa ed esclusivamente telematica. Bisogna utilizzare il sito del Registro delle imprese e scaricare il software; sottoscrivere un contratto con la Camera di commercio per farsi abilitare alla trasmissione telematica dei documenti per accedere al servizio; firmare la pratica con la firma digitale; e per avere la ricevuta dell’invio dei documenti e le successive comunicazioni dobbiamo possedere una casella Pec.

      Consiglio vivamente di rivolgersi ad uno specialista (commercialista).

      In bocca al lupo.
      Bruno

  • Salve si può firmare un mandato di agenzia senza essere iscritto all’albo degli agenti?

    • Buongiorno Nicola,
      come già descritto precedentemente (quì) il Decreto Legislativo n. 59 del 26/3/2010 ha soppresso, tra gli altri, il ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio. Tuttavia sono rimasti inalterati i requisiti (generali, morali e professionali).

      Quindi: “…le imprese individuali che iniziano l’attività di agenzia e/o rappresentanza devono presentare la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) utilizzando la Comunicazione Unica al Registro delle Imprese nella cui provincia esercitano l’attività…”.

      A questo link puoi trovare una spiegazione più dettagliata; ma è necessario (a mio parere) che ti rivolgi al tuo commercialista per tutti i dettagli del caso.

      In bocca al lupo.

  • Ciao Bruno,
    ho una laurea magistrale in economia aziendale. Da ciò che leggo non sarebbe quindi necessario, al fine di diventare agente di commercio, sostenere alcun corso. E’ corretto?
    saluti e grazie per l’iniziativa!
    Amedeo

  • Buongiorno Bruno,
    approfitto della disponibilità per chiederti un’informazione.
    Vorrei intraprendere questa strada e ho una laurea è in Comunicazione Internazionale Pubblicitaria ma non credo rientri nella rosa di quelle giuridiche-economiche

    di media quanto dura un corso?
    Stefania

    • Buongiorno Stefania,

      di norma il corso dura 130 ore e quì trovi i titoli di studio abilitanti.

      In bocca al lupo.

      • Buongiorno,
        vorrei avere un’informazione , in quanto sto iniziando la mia attività di Agente di Commercio.
        Attualmente non ho ancora seguito il corso per essere iscritto all’albo, ma l’azienda per cui dovrò lavorare mi richiede l’apertura della partita iva prima che concluda il corso , ( che seguirò direttamente in azienda ).
        La mia domanda è la seguente :
        è possibile aprire partita iva come agente di commercio, e poi successivamente presentare l’iscrizione al ruolo?
        La ringrazio anticipatamente
        Fabrizio.

        • Buongiorno Fabrizio,

          il Decreto Legislativo n. 59 del 26/3/2010 ha soppresso, tra gli altri, il ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio previsto dalla Legge n. 204/1985, l’iscrizione nel quale era, sino ad allora, prevista quale requisito obbligatorio per poter esercitare la relativa professione. Tuttavia sono rimasti inalterati i requisiti (generali, morali e professionali)

          Oggi l’inizio dell’attività di agente commerciale è assoggettata alla SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività), corredata delle autocertificazioni e delle certificazioni attestanti il possesso dei requisiti richiesti.

          L’ufficio del registro delle imprese normalmente, ricevuta la SCIA, provvede ad assegnare la qualifica di agente o rappresentante di commercio. L’ufficio però controlla e verifica e nel caso di accertata carenza dei requisiti previsti dalla legge, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della SCIA, l’ufficio del Registro delle imprese adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l’interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall’amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni.

          Consiglio comunque di rivolgersi ad un professionista esperto o all’associazione USARCI della sua città per avere informazioni esatte.

          N.B.: normalmente i corsi abilitanti alla professione di Agente di COmmercio si svolgono presso strutture autorizzate (camere di commercio ecc.)

  • Buongiorno Bruno,
    la mia compagna è laureata in Giurisprudenza il corso di abilitazione ad agente di commercio non lo deva fare Giusto?

    Grazie 1000

    Alessandro

  • Salve, sono dipendente in un negozio di ferramenta. Sarei interessato a frequentare il corso per agenti di commercio, ma non avrei intenzioni di cominciare presto ad esercitare il mestiere, diciamo per qualche anno.
    Vorrei soltanto frequentare il corso per cultura personale, senza dover per forza iscrivermi subito all’albo, anche per valutare meglio se intraprendere quella strada oppure continuare su quella attuale.
    Secondo te è possibile?

    Grazie

  • Ciao, ho provato a cercare tra le altre domande per disturbare ma non ho trovato…
    Tra 15 giorni dovrei cominciare a lavorare come sub-agente per un’agenzia che ha il mandato esclusivo per alcuni prodotti da un colosso del settore, il cui legale rappresentante è agente di commercio.
    Io non ho ancora frequentato il corso obbligatorio.
    Posso comunque iniziare come procacciatore d’affari e poi aprire partita iva una volta ultimato il corso? Ci sono altre strade?

    Grazie mille

    Simone

    • Ciao Simone,

      è sempre meglio iniziare con tutte “le carte in regola” per essere tutelati sia da un punto di vista fiscale sia da un punto di vista giuridico. Purtroppo non conosco “strade” alternative.
      Ti consiglio di rivolgerti ai colleghi dell’USARCI che sapranno consigliarti al meglio.
      Buon lavoro

  • Buongiorno
    sono titolare (e amministratore unico) da 10 anni di un’azienda che si occupa di commercio, cod ATECORI 2007: 46.17 Intermediari del commercio di prodotti alimentari,
    bevande e tabacco. Volevo sapere se personalmente ho i requisiti per poter essere Agente di Commercio senza seguire il corso in cciaa.
    Grazie 1000.

  • Salve, sto per aprire una impresa individuale che esercita su tutto il terrotorio nazionale attraverso il web e agenti di commercio. L’impresa in questione si occupa della vendita e della ricerca di nuovi clienti per conto di altre aziende. A questo punto vorrei farti una domanda, avendo tutti i requisiti per diventare agente di commercio posso anche io esesrcitare sul territorio come agente e allo stesso tempo essere il proprietario dell’impresa che offre il servizio di vendita o devo aprire due attività differenti cioè 1 impresa di servizi e 2 agente di commercio?

    • Ciao Antonio,

      dovresti poter utilizzare la medesima partita iva per entrambe le attività utilizzando due diversi codici ATECO. Considera però che la casistica è talmente ampia e variegata che devi assolutamente rivolgerti ad un commercialista esperto per farti consigliare al meglio e per far gestire in maniera oculata tutta la documentazione necessaria.

      In bocca al lupo

  • Buona sera, io ho trovato diversi corsi on Line per diventare agente di commercio, sono validi per tutte le provincie? O é necessario farlo presso la propria camera di commercio? Grazie mille
    Michela

    • Ciao Michela,
      tutti i corsi abilitanti all’attività di Agente di Commercio effettuati dalle camere di commercio prevedono l’obbligo di frequenza, per questo motivo non credo che i corsi esclusivamente online vengano riconosciuti dalla camera di commercio. Ti conviene fare un colpo di telefono alla camera di commercio della tua città, per conoscere gli operatori accreditati al sistema di istruzione e formazione professionale, ai quali poterti rivolgere.
      In bocca al lupo

      • Salve per evitare di fare il corso di agente di commercio quali sono i requisiti ? Io ho 5 anni di contratto nel settore commerciale (merchandiser) di cui 3 a progetto e 2 con contratto del commercio da dipendente posso non farlo ed avere l abilitazione ?
        Grazie
        Cordiali saluti

  • Buon giorno,mi chiamo Sara e sono una ragazza di 21 anni.
    Da poco lavoro presso Alberti Trading Fashion Counsulting Group,appartenente alla mia famiglia.
    Vorrei intraprendere la carriera di agente di commercio,noi siamo agenti di commercio d’abbigliamento.
    E visto la mia passione per l’abbigliamento e la moda,mi hanno parlato di corsi che durano pochi mesi,al fine del quale ricevere un attestato.
    Sarebbe gentilissimo a rispondere,
    Cordiali saluti

  • Buonasera,
    Mi chiamo Stefano , ho un contratto a tempo indeterminato del commercio e da 8 anni lavoro in un distributore di materie prime, sto valutando di diventare agente di commercio cosa devo fare?
    La ringrazio

  • salve sig. Bruno ho trovato questo sito per caso e ho notato che lei fornisce preziose informazioni e spero che potrà aiutare anche me perchè mi trovo in una situazione di difficoltà perchè attualmente sono senza lavoro e cercavo di fare un qualcosa di proprio.
    allora io ho lavorato per qualche mese per conto di una società che stipulava contratti per enel mercato libero e tele due, in pratica facevo il venditore porta a porta ma ho dovuto mollare perchè con le provvigioni non arrivavo a raccimolare abbastanza soldi a fine mese forse perchè non ero capace a far cambiare fornitura o altro.quindi ho pensato una cosa: come posso essere io il titolare di una di queste società che fa stipulare questi contratti?perchè ho notato che queste società non necessitano di capitali da spendere a parte un ufficio in una città, ammobiliarlo un pò ed è fatta.poi fare qualche annuncio sui principali siti per procurare qualche dipendente/procacciatore per iniziare a lavorare.ora io le chiedevo cosa mi serviva per aprire una società/ditta individuale del genere?devo entrare in contatto con le società di fornitura come enel, sorgenia, tele due, infostrada ecc?cos’altro devo fare?

    in attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente e colgo l’occasione per augurarle una buona serata

    • Salve Daniele,
      non ho una specifica preparazione in merito alla collaborazione con le aziende elencante.
      Posso dire che tutte le aziende nei propri siti di riferimento hanno una sezione dedicata alle nuove collaborazioni, ad esempio (prendendo spunto dall’elenco): sorgenia, teletu ecc. Compilando i moduli o telefonando ai numeri preposti si possono concordare le modalità di collaborazione.

      Spero di essere stato utile.
      In bocca al lupo.

  • Buongiorno Bruno
    Innanzitutto ti ringrazio per dare la possibilità di farti delle domande liberamente online, è molto apprezzabile questa tua iniziativa.
    La mia domanda è questa:
    Voglio intraprendere il lavoro di agente/rappresentante di commercio e ho bisogno di iscrivermi all’albo.
    Avendo fatto per più di 10 anni l’agente immobiliare sia da collaboratore che da titolare di agenzia e iscritto già all’albo dei mediatori ho la possibilità di evitare il corso?
    Ti ringrazio anticipatamente

    Andrea

    • Ciao Andrea e grazie per l’apprezzamento.
      Purtroppo, a mio parere, no. Dovresti anche cancellarti dal ruolo di mediatore… (vedi qui)

      Ti consiglio vivamente di parlarne con il tuo commercialista o con i colleghi USARCI per avere indicazioni certe.

      In bocca al lupo.

  • Buongiorno,
    io da 3 mesi lavoro in un autosalone. Mi hanno proposto di fare il corso per agenti e rappresentanti di commercio. volevo sapere se è obbligatorio? oppure vantaggioso?
    grazie saluti

    • Ciao Fabian,
      il corso è obbligatorio solo se vuoi fare l’Agente di commercio e non possiedi i requisiti previsti dalla legge.
      Il corso, a mio parere, è utile perchè ti introduce ed informa su alcune importati questioni, ad esempio: disciplina e trattamento previdenziale degli agenti e rappresentanti di commercio; Diritto; Trattamento fiscale e contabilità ecc.
      Buon Lavoro

  • Salve ho dal 2009 un bar con ristorante e mi è stato proposto un mandato da agente è valida l’ attività di vendita e somministrazione di bevande come requisito per diventare agente??

    • Ciao Nicola,
      nei requisiti professionali è prevista questa possibilità:
      c) esperienza professionale:
      …2) aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di presentazione della Scia in qualità di titolare, legale rappresentante, coadiutore o collaboratore familiare o socio lavorante iscritto all’I.N.P.S. presso un’impresa che abbia esercitato attività di commercio, o attività di produzione con relativa vendita o attività di somministrazione;…

      Quì puoi vedere l’articolo completo.
      Buon lavoro

  • Salve Bruno, la mia è una situazione controversa……Ho fatto l’ informatore scientifico del farmaco per 5 anni e mezzo con il contratto del commercio, essendo però inquadrato con un quarto livello quando l’ inquadramento che mi spettava era almeno un secondo livello. Fra l’altro sulle mie buste paga la mansione riportata era proprio “informatore scientifico del farmaco”, la retribuzione equiparabile a quella di un primo livello ma l’ inquadramento comunque era al quarto livello. Adesso ho un contratto da agente, ma mi hanno bloccato l’ iscrizione alla camera di commercio per il discorso del quarto livello. Al centro per l’impiego ho chiesto la scheda anagrafica dove addirittura risulto assunto come analista chimico (posizione anche questa compatibile con un secondo livello). Cosa mi consigli di fare?

  • Buongiorno, sono Domenico avrei bisogno di alcune informazioni e credo che finalmente ho trovato le persone giuste per poterle chiedere. Sono di Cosenza e lavoro da 7 anni come procacciatore d’affari nel settore del mobile, ho la mia P. Iva, sono iscritto regolarmente all’Enasarco, ho contratti con le aziende produttrici e rappresento per loro le aziende nei rispettabili mobilifici della mia regione Calabria. La mia situazione è questa, il mio commercialista mi dice che devo fare il passaggio ad Agente di Commercio e per ottenere questo dovrei eseguire il corso alla Confcommercio della mia zona per ottenere l’attestato. Vorrei sapere se senza effettuare il corso alla Confcommercio rientro nei requisiti da Agente di Commercio con tutto quello che vi ho descritto e che ho in possesso.
    Grazie anticipatamente e complimenti per il sito.
    Domenico

  • Ciao Bruno,
    Sono entrata in mobilità dal 31/12/13. Un fornitore della mia azienda mi ha proposto un lavoro come agente di commercio. Sia il diploma che la laurea che ho non soddisfano i requisiti per l’iscrizione. L’inquadramento con la mia azienda era da dipendente a tempo indeterminato cccnl metalmeccanici 5 livello, e svolgevo anche attività di vendita negli ultimi anni. Mi devo scrivere alla cciaa di roma e mi viene il dubbio se ho i requisiti o meno o se devo fare il corso.
    Grazie in anticipo per l’aiuto,
    Maria

    • Ciao Maria,
      se i tuoi titoli di studio non soddisfano i requisiti devi: “…aver prestato la propria opera per almeno due anni negli ultimi cinque come viaggiatore piazzista o dipendente qualificato addetto al settore vendite o lavoratore di concetto con mansioni di direzione ed organizzazione delle vendite (inquadramento nei primi due livelli contrattuali del CCNL di riferimento: es. 1 e 2 livello del CCNL Commercio o 6 e 7 livello del CCNL Industria); in questo caso deve essere allegata alla SCIA dichiarazione resa ai sensi del DPR 445/2000 dal legale rappresentante della società presso la quale il soggetto interessato è stato dipendente indicando periodo, mansioni e contratto applicato.

      Puoi trovare i dettagli qui.

      Se vuoi puoi far verificare alla sede USARCI della tua zona
      Buon Lavoro

  • ciao Bruno, approfitto della tua gentilezza per esporti il mio caso , dal 1993 al 95 ho lavorato in bo frost,dipendente vendita a domicilio,nel 95 ho fatto il corso da agente di commercio con successo x poi lavorare da agente con wurth fino al 97,dal 97 al 2003 venditore hillti dipendente con di primo livello e qualifica v poi all’interno della stessa societa’ ho ricoperto il ruolo di responsabile punto vendita pesaro fino al 2009.dopo tale data non ho piu’ praticato l’attivita di venditore,a meno che non conti la vendita delle racchette all’interno di un centro sporivo ove ero socio.DOMANDA- E’ ANCORA VALIDO IL CORSO CHE HO FATTO NEL 97 ?ATTIVITA’ DIPENDENTE INQUADRATO NELLA VENDITA MI DA QUALCHE SPERANZA DI RIENTRARE NELL’AVER FATTO IL RAPPRESENTANTE NEGLI ULTIMI 5 ANNI PER CUI NON DEVO RIFARE IL CORSO? DEVO RIFARE IL CORSO?
    ti ringrazio anticipatamente del’attenzione e ti sarei grato se invii la risposta anche alla mia mail *******…
    buona vita
    Andrea

    • Ciao Andrea,
      in realtà il problema secondo me sono i Decreti Ministeriali del 26 ottobre 2011, relativi all’aggiornamento delle posizioni di agenti di commercio, agenti d’affari in mediazione, e spedizionieri a seguito dell’abolizione dei rispettivi ruoli ed elenchi, perchè:
      …Per quanto riguarda le persone fisiche, che alla data del 12/05/2012 non esercitavano l’attività di agente/rappresentante di commercio o agente d’affari in mediazione non vi è alcuna possibilità di iscriversi nell’apposita Sezione del REA, se non vi hanno provveduto entro il 30/09/2013.
      Potranno solo far valere la loro pregressa iscrizione nel soppresso ruolo quale requisito professionale per un futuro avvio dell’attività:
      – per 4 anni successivi alla data del 12/05/2012, se si tratta di ex agenti d’affari in mediazione;
      – per 5 anni successivi alla data del 12/05/2012, se si tratta di ex agenti e rappresentanti di commercio

      Se fai un colpo di telefono alla sede Usarci della tua città ti potranno aiutare.
      In bocca al lupo.

  • Salve,
    Devo diventare agente di commercio, la mia ultima mansione è stata impiegato commerciale con procure speciali ( x 6 anni ), il problema e che mi hanno inquadrato al 3 livello.
    Secondo voi visto che le procure attestano la mia mansione alla vendita e visto anche che mi davano potere di firma sia di contratti che atti notarili potrebbero bastare per evitarmi il corso?
    Grazie mille
    Mauro da Bergamo

    • Ciao Mauro,
      se è un’attività commerciale non dovrebbero esserci problemi.
      (esperienza professionale:
      1) aver prestato la propria opera per almeno due anni,
      anche se non continuativamente, entro i cinque anni dalla
      data di presentazione della Scia, alle dipendenze di
      un’impresa che abbia esercitato attività di commercio, o
      attività di produzione con relativa vendita, o attività di
      somministrazione, purchè la prestazione lavorativa (comprovata
      con idonea documentazione) sia stata svolta:
      con qualifica di viaggiatore piazzista
      oppure con mansioni di dipendente qualificato addetto al
      settore vendite e quindi deve trattarsi di un lavoratore
      di concetto con mansioni di direzione ed organizzazione delle
      vendite16 (ad esempio inquadrato al 1° o 2° livello del contratto
      del commercio, oppure al 6° o al 7° livello del contratto dell’industria);
      2) aver prestato la propria opera per almeno due anni, anche
      se non continuativamente, entro i cinque anni dalla data di
      presentazione della Scia in qualità di titolare, legale
      rappresentante, coadiutore o collaboratore familiare o socio
      lavorante iscritto all’I.N.P.S. presso un’impresa che abbia
      esercitato attività di commercio, o attività di produzione con
      relativa vendita o attività di somministrazione;…)

      Fai prima a telefonare alla camera di commercio o all’associazione USARCI e chiedere.

      Saluti

  • Buongiorno
    ho effettuato il corso agenti e rappresentanti di commercio nel lontano 1983,oggi vorrei aprire un negozio di alimentari,vorrei sapere se devo effettuare il corso s.a.b. oppure potrebbe essere valido il corso agenti già effettuato visto che se ricordo bene aveva in essere le stesse materie
    grazie
    Carmelo

    • Buongiorno Carmelo,
      credo proprio che tu debba fare il corso s.a.b. (a mio parere).
      La via più semplice per non sbagliare, però, è fare un colpo di telefono alla camera di commercio della tua città.

      In bocca al lupo.

  • Ciao Bruno,
    volevo chiederti,sono stata assunta a chiamata in un bar, ma svolgevo attività di vendita per 3 anni ca.adesso non lavoro più. Vorrei aprire partita iva come agente di commercio devo fare il corso…. ho mi posso avvalere della dichiarazione del bar che mi aveva assunta ?
    Grazie

  • Ciao, mi hanno proposto un mandato. All’inizio con lettera d’incarico per poi a inizio anno aprire p iva come agente. Qui leggevo che bisogna avere o le medie o il diploma. In base a cosa cambia? io avrei solo le medie. A Belluno bisogna sostenere il corso della camera di commercio? Grazie Pino

    • Ciao Pino,
      i requisiti professionali sono i medesimi in tutta Italia:
      “possesso di diploma di scuola media secondaria di secondo grado ad indirizzo commerciale;
      oppure
      laurea in materie commerciali o giuridiche;
      oppure
      aver frequentato con esito positivo un corso professionale riconosciuto dalla Regione;
      oppure
      aver prestato la propria opera per almeno due anni alle dipendenze di una impresa con qualifica viaggiatore piazzista o con mansioni di dipendente qualificato addetto al settore vendite, purchè l’attività sia stata svolta anche se non continuativamente entro i cinque anni dalla data di presentazione della domanda.”
      Qui il link alla camera di commercio di Belluno: Camera di Commercio Belluno

      In bocca al lupo.

      P.S.: per chiarirti le idee puoi contattare la sede USARCI di Belluno

  • cioa Bruno,
    il mio ragazzo è stato iscritto all’enasarco dall’azienda che lo ha assunto per un periodo di prova di sei mesi. Il problema è che il mio ragazzo ne è venuto a conoscenza ora, dopo 4 mesi. Non avendo lui un diploma abilitante, né un periodo di lavoro alle spalle…suppongo sia necessario il corso di formazione…che di certo lui non ha seguito!!Com’è possibile? La regione Calabria non ha come requisito fondamentale il certificato di frequenza del corso di agente di commercio?grazie

    • Ciao Mary,
      l’iscrizione all’ENASARCO è obbligatoria e deve essere fatta dal preponente (mandante) entro il termine massimo di tre mesi dall’atto del conferimento del mandato di agenzia.

      I requisiti professionali sono i medesimi in tutte le regioni d’Italia, qui puoi vedere quelli della camera di commercio di Reggio Calabria.

      In bocca al lupo

  • Buongiorno, sono un dipendente di una ditta che è in crisi. Mi è capitato l’occasione di aprire una attività di agenzia di commercio con altri soci anche loro nelle mie stesse condizioni, dove io sarei l’amministratore. Ho parlato con il commercialista è mi ha rassicurato che la cosa era fattibilissima, Abbiamo fatto l’atto notarile e stiamo pronti a partire. Nell’attività è previsto anche la commercializzazione oltre alla funzione di agente di commercio. Sto facendo anche il corso per agenti e in una di queste lezioni ho scoperto che c’è l’incompatibilità con il lavoro dipendente. Non vi dico che mi sono sentito male e sono disperato. Ho provato a cercare il mio commercialista, ma è fuori all’estero per due settimane in vacanza. C’è una possibilità di risolvere la questione, perché adesso non posso proprio licenziarmi (ho dei figli da mantenere) e ho un accordo con alcuni fornitori (non in concorrenza con il mio attuale impiego? Grazie e scusatemi.

    • Ciao Paolo,

      purtrobbo i requisiti di incompatibilità sono:
      – non esercitare attività in qualità di dipendente, ad eccezione del dipendente pubblico in regime di tempo parziale non superiore al 50% delle ore previste dal contratto;
      – non esercitare l’attività di agente di affari in mediazione o altre attività di mediazione.

      Credo che una possibilità da valutare sia quella di costituire una società con un socio che abbia i requisiti e gli altri che abbiano alcune quote societarie…

      Ti consiglio comunque di rivolgerti al tuo commercialista ed eventualmente alla sede USARCI della tua città.

      Saluti.

  • Salve Bruno,
    sono un ragazzo di 25 anni che ha la possibilità di iniziare a lavorare come rappresentante di alcuni prodotti interessanti. L’offerta che mi è stata fatta è a partenza immediata ma non so come fare per il corso di agente (duranto un sacco e poi c’è un sacco di burocrazia). In più ho visto che sono necessari un sacco di adempimenti in prima battuta: camera di commercio, ensarco etc. Ma io non so se continuerò a fare questo lavoro a lungo, voglio solo provare a sfruttare una possibilità visto che in questo paese ridicolo al momento non c’è molto da fare per i giovani laureati.
    Non c’è un modo, ovviamente legale, per intraprendere temporaneamente la professione? In sostanza io dovrei proporre i prodotti alle attività commerciali che poi concluderebbero i contratti con l’azienda.

    Qualche consiglio?

    • Ciao Federico,
      se vuoi esercitare la professione di Agente di Commercio e non hai i requisiti professionali, l’unica soluzione è frequentare il corso.

      Potresti però lavorare come dipendente per l’azienda che ti ha proposto i prodotti di cui parlavi ottenendo i requisiti professionali: …”aver prestato la propria opera per almeno due anni negli ultimi cinque in qualità di: operatore di vendita (ex viaggiatore piazzista) o dipendente qualificato addetto al settore vendita purché l’attività sia stata svolta anche se non continuativamente entro i cinque anni dalla data di presentazione della SCIA (1° e 2° livello del contratto del commercio – 6° e 7° livello del contratto dell’industria);”…

      Attenzione perchè …non costituisce requisito professionale l’esperienza maturata come lavoratore con “contratto a progetto”.

      Ti consiglio comunque di rivolgerti alla sede USARCI della tua zona che ti saprà indicare la strada migliore.

      In bocca al lupo.

  • ciao Bruno,
    ho la possibilità di firmare un mandato come agente di commercio, ho lavorato per 23 mesi in u azienda della gdo come riordinatore, questo non mi basta per non fare il corso abilitante, quello che volevo chiederti: è possibile firmare il mandato e iniziare a lavorare mentre seguo il corso.? Nel caso rischio sanzioni.?

    Grazie

    • Ciao Salvo,
      sono previste delle SANZIONI AMMINISTRATIVE:
      Chiunque esercita l’attività di agente o rappresentante di commercio senza il possesso dei requisiti previsti dalla normativa è punito con la sanzione amministrativa da 516,00 euro a 2.066,00 euro.
      Alle medesime sanzioni sono soggetti i mandanti che stipulano un contratto di agenzia con persona non in possesso dei requisiti previsti dalla normativa.
      (vedi ad esempio la camera di commercio di Brescia).

      …firma dopo il corso.

      In Bocca al lupo.

  • La mia Domanda è la seguente: Dopo aver proceduto ad iscrivermi all’Albo Agenti di Commercio della Prov. di Palermo, la CCIAA competente mi avverte di una possibile sospensione della Part. IVA perchè avrei esercitato la professione di Venditore Piazzista – necessaria per il requisito secondo i termini di legge – per un periodo di anni due, ma con un contratto Part Time (ovviamente di comodo per il Datore di Lavoro).

    io sostengo che la normativa (204/85, 190/1986 Dlgs 59/2010…) non menziona assolutamente il carattere e la natura del rapporto di lavoro ma indica un periodo temporale generico del contratto tra lavoratore e Datore.
    Infatti espressamente dicono che il lavoratore deve “aver prestato la propria opera per almeno due anni alle dipendenze di una impresa con qualifica di viaggiatore piazzista o con mansione di dipendente qualificato addetto al settore vendite, purché l’attività sia stata svolta anche se non continuativamente entro i cinque anni dalla data di presentazione della domanda”

    avrei ovviamente necessità di risolvere con notizie concrete questo problema che sta diventando molto limitante

  • Ciao,
    dovrei seguire l’apposito corso di formazione per diventare agente di commercio. Vorrei sapere se è vero che i corsi on-line sono, come scrivono, abilitati per tutte le regioni.

    Grazie e complimenti per l’ottimo servizio.
    Gianni

  • Ciao Bruno,
    vivo in Sardegna, sono un’agente assicurativo da più di tre anni.
    Il mio mandato prevede la possibilità di lavorare anche per altre ditte diverse dal campo assicurativo.
    Ho un diploma di geometra per cui non rientro nei requisita “A”.
    A tuo parere l’esperienza maturata nel settore assicurativo potrebbe valere come requisito per la SCIA?

    • tieni presente che il mandato che dovrei ricevere è per esercitare agenzia di commercio di prodotti edili.

    • Ciao Andrea,
      la S.C.I.A. (La Segnalazione Certificata di Inizio Attività) è la dichiarazione che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva (artigianale, commerciale, industriale), senza dover più attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti…(Guarda qui).
      Per diventare Agente di Commercio guarda qui.

  • Salve non son un agente, ma vorrei intraprendere quello da rappresentante e avere il mandato diretto. Vorrei delle delucidazioni su come fare per avere questi mandati da aziende.
    Grazie!

    • Buongiorno Tommaso,
      partendo dal presupposto che esistono delle sostanziali differenze tra agente di commercio e rappresentante(l’agente “promuove” la conclusione di contratti, il rappresentante “conclude” in nome della ditta mandante), ottenere un contratto di agenzia corrisponde a “cercare lavoro” e come rispondevo già a Gianfranco quì, si può incontrare domanda e offerta visionando i principali portali di inserzioni del settore o gruppi di linkedin.
      Buon lavoro

      • Ciao bruno ti spiego, io vorrei intraprendere l’attività di rappresentante e concludere direttamente io i contratti, al max avere un solo agente. Mi domando ancora come è possibile ottenere questi contratti di agenzia dalle ditte, dovrei fare richiesta scritta a tali ditte o dovrei in un certo senso procacciarmi personalmente e fisicamente le ditte?
        O esistono portali dove ci sono offerte? Se si come faccio a trovarli..
        Grazie!!

        • Ciao Tommaso,
          ti elenco un paio di portali: cercoagenti, ti iscrivi ti mandano le offerte di lavoro, Venditori, ti iscrivi ti mandano le offerte di lavoro… se cerchi online (ad esempio: ricerca agenti di commercio) ne trovi molti altri.
          Altrimenti ti puoi rivolgere direttamente all’azienda (o alle aziende) che pensi possano essere “nelle tue corde” e fornisci loro il tuo curriculum.

          Saluti

  • Buongiorno. Approfitto di questo sito per vedere se qui trovo la risposta che cerco.
    Io non sono agente di commercio ma volevo capire meglio quanto letto qui in alcuni commenti e anche in altri siti su internet, circa la validita di alcuni diplomi per l’abilitazione alla professione di Agentedi commercio, in quanto un azienda mi ha contattato perche in ricerca di un agente di commercio nella mia zona.
    io ho un diploma conseguito nel 2003, di Tecnico dei Servizi Turistici, ho lavorato 9 anni in una struttura alberghiera e come procacciatore di affari per un azienda operqnte nel settore alimentare, negli ultimi 9 mesi.
    Da quanto ho capito, il mio diploma è valido.. quello che non mi è chiaro è se devo comunque sostenere esami o corsi prima di iniziare.

    Grazie mille e chiedo scusa se la domanda gia è stata posta da altri.

    Federico

    • Buongiorno Federico,
      i requisiti professionali necessari sono:
      – o la certificazione relativa al superamento dell’esame finale dei corsi professionali;
      – o la certificazione relativa allo svolgimento dell’attività di viaggiatore piazzista o di dipendente qualificato addetto al settore vendite esercitata per almeno un biennio nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda;
      – o il titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado di indirizzo commerciale(ragioniere, perito commerciale, perito sezione commercio estero, perito aziendale e corrispondente in lingue estere, diploma istituti tecnici per il turismo, analista contabile, segretario d´amministrazione, operatore commerciale, operatore turistico);
      – o certificato di laurea in materie commerciali e giuridiche in originale o in copia autentica.

      Se soddisfi uno dei requisiti precedenti non devi frequentare il corso e non devi superare l’esame.

      Io chiamerei comunque la camera di commercio per verificare che il tuo titolo di studio sia accettato nella tua città.

      Buon Lavoro

  • Salve mi chiamo Gianfranco, sono titolare della Nuovalegno azienda che produce porte interne.
    Vorrei sapere come posso contattare agenti di commercio plurimandatari
    Grazie

    • Buongiorno Gianfranco,
      la via più rapida è quella di inserire un annuccio in uno (o più) dei portali dedicati, come ad es: cercoagenti , venditori ecc.
      Altra possibilità è quella di visitare Linkedin e di contattare gli amministratori dei vari gruppi relativi agli agenti di commercio per potersi proporre agli agenti iscritti (es gruppo: opportunità-agenti).
      Potrebbe anche essere interessante rivolgersi ad aziende che di professione “creano reti commerciali”; nella mia ricerca ho trovato ad esempio startup-italia.

      Spero possa essere di aiuto.
      In bocca al lupo

  • salve,sono un agente di commercio da quasi 10 anni,ho 31 anni.da qualche mese sono all estero,canada,per cercare qualche soddisfazione in piú o meglio le basi per sostenere uno stile di vita piú decente.vorrei chiedere qualcuno di voi sa come si puó lavorare all estero come agenti di commercio per un azienda italiana che vuole entrare in un mercato estero nuovo??o se ci son dei contratti particolari x poter lavorare senza le trafile dellè pratiche legàli,infinite!!!??grazie mille.Davide

    • Ciao Davide,
      complimenti per la scelta coraggiosa.
      Purtroppo io non ho conoscenza dei mercati esteri.
      Spero, però, che se qualche collega avesse conoscenze in merito, voglia condividerle con noi qui sul blog.
      In bocca al lupo.

  • Buongiorno,

    Volevo chiedere come bisogna comportarsi con l’enasarco quando un agente di commercio con il quale si inizia un rapporto, ha più di 65 anni di età.
    Ci sono adempimenti particolari che l’azienda preponente deva osservare?
    Grazie anticipatamente.

  • Salve,
    io sono un lavoratore dipendente inquadrato con contratto nazionale dei chimici, livello b1.
    Vorrei sapere se è possibile seguire un corso in camera di commercio per prendere il mandato di agente mentre sono ancora un lavoratore dipendente. grazie

    • Ciao Pierluigi, in camera di commercio puoi fare il corso anche da dipendente, ma il corso è abilitante all’iscrizione al Ruolo degli agenti e rappresentanti di commercio non ti fornisce alcun mandato. Il mandato lo devi ottenere da un’azienda “mandante”.
      Buon Lavoro

      P.S.: ricorda, anche, che l’iscrizione al ruolo di agente di commercio è incompatibile con qualsiasi lavoro dipendente.

  • Ciao io sono dal 2006 amministratore di condominio, a novembre del 2012 ho fatto il corso OAM (ex mediatori creditizi), vorrei sapere, visto che per l’attività di amministratore di condomini non è prevista l’iscrizione in camera di commercio e ho la gestione separata INPS, adesso devo fare la variazione in partita iva aggiungendo che sono agente monomandatario di un agenzia di finanziaria, la cosa che chiedo visto che il mandato l’ho firmato a novembre 2012 e l’iscrizione in camera di commercio la faccio a gennaio 2013, dovrei pagare qualcosa per l’anno 2012 di inps e camera di commercio? Grazie

    • Ciao Vincenzo,
      ti consiglio vivamente di rivolgerti ad un commercialista esperto.
      Credo, comunque, che finché non viene effettuata la denuncia di inizio attività non sia dovuto.
      I passi per diventare agente di commercio sono i seguenti:
      1- iscrizione al ruolo
      2- richiesta di assegnazione partita IVA
      3- ottenere un mandato di agenzia
      4- denuncia di inizio attività alla Camera di commercio
      5- inoltro domanda di iscrizione negli elenchi degli Esercenti Attività Commerciali dell’INPS
      (6- il preponente deve iscriverti all’Enasarco)

      Però, mi raccomando, rivolgerti ad un commercialista esperto.
      Buon Lavoro

  • ciao Bruno,
    mi chiedevo se con il mio diploma quinquennale conseguito presso l’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “Luigi Angeloni” e, in attesa di discutere la mia tesi a fine giugno presso la Facoltà di economia alla sapienza di roma, posso evitare di sostenere l’esame di abilitazione e cominciare subito a lavorare.

    Grazie infinite

    • Ciao Veronica,
      i diplomi abilitanti sono i seguenti:

      DIPLOMI DI MATURITÀ PROFESSIONALE:
      – Analista contabile
      – Tecnico gestione aziendale
      – Segretario di amministrazione
      – Tecnico impresa turistica
      – Operatore commerciale
      – Tecnico dei servizi turistici

      Le Lauree abilitanti sono le seguenti:

      DIPLOMI DI LAUREA:
      – Giurisprudenza
      – Scienze statistiche attuariali
      – Economia e Commercio
      – Scienze economico-bancarie
      – Scienze economiche
      – Scienze bancarie e assicurative
      – Scienze politiche
      – Sociologia
      – Scienze economiche-marittime
      – Economia politica
      – Scienze statistiche ed economiche
      – Economia aziendale
      – Scienze statistiche demografiche
      – Economia e Amministrazione delle imprese
      – Operatore commerciale dei prodotti alimentari
      – Tecnico dei servizi della ristorazione
      – Tecnico delle attività alberghiere
      – Operatore turistico

      Secondo me si, è necessario comunque verificare in camera di commercio per averne la certezza.

  • Ciao Bruno , ho il diploma di geometra , volevo sapere se nella mia regione , la sardegna era valido , o se è necessario che faccia il corso per diventare un agente di commercio . grazie

    • Ciao Valeria,
      credo proprio che il diploma di geometra non sia abilitante.
      Di seguito il link alla “guida” per gli Agenti di Commercio della Camera di Commercio di Cagliari in formato PDF (pag. 8-9-10) che puoi scaricare direttamente dal sito http://www.ca.camcom.gov.it; che, ovviamente, sono i medesimi in tutta Italia.

  • Ciao Bruno,
    spero di non fare una domanda già fatta da altri utenti ma non ho avuto il tempo di leggere tutto.
    Io sono un agente che opera nel settore finanziario iscritto al vecchio elenco di banca d’italia e in procinto di iscrivermi al nuovo albo ma sto valutando una proposta, cambiando settore, dove è necessaria l’iscrizione nell’albo degli agenti di commercio. Io sono della provincia di Siracusa. Sul sito della camera di commercio di siracusa era riportato, tra i tanti, il requisito di aver lavorato nel settore finanziario per due anni per poter avere l’iscrizione come agente di commercio ma, dopo svariati tentativi telefonici e mail senza risultati vado fisicamente alla camera di commercio e mi dicono che quel requisito non vale più e sono costretto a seguire un corso (premetto che sia diploma che laurea non sono idonei per l’iscrizione).

    Domanda: dato che non ho il tempo di frequentare un corso in aula per questioni lavorative (vedo che durano parecchio), esistono corsi online RICONOSCIUTI che mi consentano di fare tutto comodamente da casa? E successivamente al corso cosa devo fare?
    Scusa la lungaggine e grazie in anticipo per la risposta.
    Saluti

    Marco

    • Ciao Marco,
      avevo dato indicazioni quì.

      Ribadisco,comunque, che ad oggi non ho notizie di corsi online riconosciuti presso le camere di commercio.

      Se decidi di sostenere il corso, i passi successivi sono:
      – iscrizione al ruolo
      – assegnazione partita Iva presso Camera di commercio
      – ottenere un mandato di agenzia
      – denuncia di inizio attività
      – iscrizioni Inps
      – Iscrizione Enasarco (da parte preponente)

      in cima alla pagina è dettagliato meglio.

      Mentre un elenco dei titoli di studio abilitanti è quì

      Ciao e in Bocca al Lupo.

  • Buongiorno Bruno.
    Volevo chiederle se nel mio caso ho i requisiti per diventare agente di commercio, oppure devo anche io fare corso e superare l’esame?
    Ho una ditta artigiana snc siamo 2 soci e vendiamo quasi esclusivamente all’estero da almeno 10 anni, la nostra intenzione è di chiudere, e per il futuro avrei pensato di fare l’agente di commercio, visto che ho diversi clienti.
    Grazie tanto per la tua risposta. Andrea.

    • Ciao Andrea,
      i requisiti professionali necessari sono:
      – o la certificazione relativa al superamento dell’esame finale dei corsi professionali
      – o la certificazione relativa allo svolgimento dell’attività di viaggiatore piazzista o di dipendente qualificato addetto al settore vendite esercitata per almeno un biennio nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda
      – o il titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado di indirizzo commerciale
      – o certificato di laurea in materie commerciali e giuridiche in originale o in copia autentica.

      Di seguito un link alla camera di commercio di Torino che dettaglia meglio:
      http://www.to.camcom.it/Page/t08/view_html?idp=7283

      Ti consiglio di recarti presso la camera di commercio della tua città per avere informazioni idonee al tuo caso specifico.

  • Ciao Bruno
    io son otitolare di P.Iva sono un Ingegnere Gestionale, mi occupo attualmente di Porgettazione di impianti Fotovoltaici, ma un’azienda i chede di fargli anche da Agente commerciale. Ho Bisogno di qualche corso ti premetto inoltre che pago già inarcassa come fondo pensionistico. Come posso fare per fare anche l’agente.

    Grazie

  • Ciao Bruno!
    sono ancora Daniela da Bergamo. Per il corso a Bergamo rien à faire: o 990 euro + iva o devo cambiare città!
    Mi chiedevo, ma secondo te se invece di trasformarmi in agente di commercio io invece aprissi una Srls (Societàa responsabilità limitata semplificata per gli under 35) con un solo socio (io!) visto che ho 25 anni…
    quali sono i pro e i contro delle due cose?
    Mi aiuti please???

    • Ciao Daniela,
      sia che operi come ditta individuale sia che operi come società (srl o altro) i requisiti per operare rimangono i medesimi.
      Tra l’altro ho dato un occhio sul web e ho trovato questo articolo. Secondo loro la srls non è poi così economica (da verificare con il commercialista).
      Se non vuoi fare il corso e non vuoi diplomarti presso istituti ad indirizzo commerciale 😀 , credo che l’unica soluzione sia quella di fare la dipendente di un’organizzazione per 2 anni in modo da ottenere il requisito richiesto: “…oppure la certificazione relativa allo svolgimento dell’attività di viaggiatore piazzista o di dipendente qualificato addetto al settore vendite esercitata per almeno un biennio nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda…”.
      Ciao.
      P.S: ti metto il link alla camera di commercio relativo ai titoli di studio abilitanti:
      titoli di studio abilitanti
      P.P.S.: prova a verificare eventuali fondi a disposizione per l’imprenditoria, in genere e femminile in particolare:
      link 1
      link 2

  • Ciao Bruno!
    Devo sostenere il costo e il tempo per un corso che mi abiliti a diventare Agente Rappresentante in quanto ho già partita Iva con regime minimi ma quest’anno ho sforato il massimale di tanto e il mio commercialista mi ha consigliato di trasformarmi in Agente (vendo alle aziende servizi di telefonia fissa e mobile di ogni brand).
    Sono diplomata in Dirigente di Comunità e a Bergamo dove vivo la camera di commercio mi ha detto che non è un titolo di studio idoneo per essere automaticamente riconosciuta per il ruolo di Agente.
    Mi sapresti consigliare l’esistenza di un corso Online riconosciuto a livello nazionale (non ho tempo per frequentare i corsi!) e onesto nei prezzi? (mi hanno chiesto 990 euro piu’ iva a Bergamo!)…
    GRAZIE
    Daniela

  • Ciao Gianluca, sono una ragazza Brasiliana che per ora non trova lavoro como tanti, vorrei sapere per gentileza cosa bisogno per fare representate di produtti agricoli cosa che piacio abbastanza e successivamente mercatini itineranti a livello di documentazione/autorizazione? ho il attestato H.A.C.C.P. e sto per iniziare il corso sab(ex. rec) di gia, la ringrazio e tante scuse se non scrivo bene il italiano.

  • ciao bruno é fattibile fare il rappresentante online con Gloter o è solo una presa in giro?

    • Ciao Gino,
      non ho ancora potuto valutare il servizo di Gloter, ma ho “sentito dire” che vorrebbe essere l’alternativa italiana a ClickBank. Per quanto riguarda la serietà dell’azienda quindi non ti posso essere utile.
      Mi permetto però di fare alcune considerazioni generali relativamente al business delle affiliazioni.
      1- per poter vendere un prodotto è assolutamente necessario conoscere il prodotto o almeno il produttore (che diventa garante della qualità del prodotto stesso),
      2- per riuscire a vendere un prodotto con successo (guadagnando) devi ottenere la stima del cliente (quindi avere una tua reputazione),
      3- per avere una tua reputazione devi essere considerato un profondo conoscitore del settore,
      4- per riuscire a realizzare dei guadagni devi essere certo che la percentuale che ti verrà corrisposta sia sufficiente a garantire i tuoi costi promozionali,
      5- per vivere del tuo lavoro di affiliato devi avere la certezza che i guadagni ti vengano corrisposti tutti e con puntualità.
      E questo per dirti solo le prime cose che mi vengono in mente. Sostanzialmente quello che voglio mettere in risalto è che la vendita on-line segue le medesime regole della vendita off-line.
      Per cui il mio consiglio è: identifica la tua merceologia e poi trova i produttori che possano soddisfarne le esigenze.
      Ciao e in bocca al lupo

  • Ciao Bruno,
    ho un diploma da ragioniere con indirizzo commerciale e programmatore, potrebbe essere valido come diploma di suola secondaria commerciale? potrei quindi ‘saltare’ corso ed esame secondo te?
    grazie mille per l’aiuto!
    g

    • Ciao galassia, ti consiglio di rivolgersi alla
      camera di commercio o alla Unione Agenti di
      commercio della tua zona, per avere la certezza
      di ottenere informazioni esatte:

      http://www.camcom.gov.it/
      http://www.usarci.it/

      eventuali inesattezze potrebbero costarti care.

      Buon Lavoro

    • Ciao bruno, io ho gia partita iva come artigiano in campo edile, mi piacerebbe sapere se è possibile accorpare l’attività di agente di commercio con la mia imprea artigiana, ti rigrazio anticipatamente Michele.

      • Ciao Michele,

        credo che con una unica partita iva si possano svolgere
        molteplici attività; è, però, assolutamente necessario che ne
        parli con il tuo commercialista e/o con la camera di commercio
        della tua zona (http://www.camcom.gov.it/) per la gestione fiscale.

        In bocca al lupo.

  • CIAO BRUNO SONO MARCO DA MILANO HO 36 ANNI E PURTROPPO SONO DA 3 MESI IN CASSAINTEGRAZIONE, PER FORTUNA UNA AZIENDA MI HA RICERCATO NEL MIO CAMPO CHE E QUELLO GRAFICO MA COME VENDITORE. MI ASSUMEREBBE A LUGLIO, ALLORA PER VELOCIZZARE IL TUTTO MI SONO ISCRITTO A UN CORSO ON-LINE TRAMITE CEFIP-FORM DI REGGIO CALABRIA, COSTO 450 EURO, A MILANO MI COSTAVA 650. SICCOME LA MIA E UNA ESIGENZA ASSOLUTA DI RIUSCIRE AD AVERE IL LAVORO (HO FAMIGLIA) , HO PERSO LA FACOLTA DI STUDIARE E SOPRATTUTTO MEMORIZZARE,MAGARI IN POCO TEMPO VISTO CHE SONO 5 CAPITOLI . VOLEVO CHIEDERTI L ESAME E VERO CHE E UNA SORTA DI PROFORMA ? L ORALE SE UNO SI BLOCCA ? LO SCRITTO E COMPLESSO? TI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE,

    • Ciao Marco,
      sono passati parecchi anni da quando ho partecipato al corso per Agenti di Commercio,
      ma per quanto mi ricordo l’esame verteva esclusivamente ai contenuti del corso.
      Visto che il corso prevedeva l’obbligo di frequenza, è bastato prestare attenzione
      in aula e “fissare” con un breve ripasso a casa.
      Questo per dire che gli argomenti trattati non sono di difficile apprendimento
      perchè di carattere generale.
      Credo comunque, che ogni “scuola” utilizzi metodi e parametri differenti per valutare
      il livello di apprendimento. Non ho idea, quindi, di come l’ente che valuerà la tua
      preparazione possa essere meticoloso.
      La mia esperienza (il mio ricordo) è relativo ad un esame canonico:
      docenti in aula, domande relative agli argomenti trattati e risposte coerenti. Certo
      il risultato è un attestato di competenza con valore abilitante per agente e rappresentante
      di commercio, non un diploma di scuola media superiore…

      Un grosso “IN BOCCA AL LUPO”.

      P.S.: hai verificato che il corso che frequeterai sia riconosciuto dalla provincia in cui
      ti iscriverai al ruolo?

  • Salve, sono un procacciatore d’affari per un’ agenzia di rappresentanza ( composta da 2 agenti di commercio ). Svolgo questa attività da 20 mesi.
    Se volessi diventare agente di commercio devo fare il corso oppure dopo 24 mesi con il titolo di procacciatore d’affari posso semplicemente diventare agente senza frequentare?
    Grazie

  • Ciao, io ho un’offerta da parte di un’azienda di un mandato, ma non ho ancora sostenuto il corso. Qual è il modo più rapido per intraprendere l’attività di agente di commercio? Posso cominciare contestualmente all’iscrizione al corso?
    Ho letto che si potrebbe cominciare come procacciatore d’affari, ma in quel caso nel mentra faccio il corso non potrei scaricare all’80% i costi di auto e carburante. Come posso fare?
    Grazie

    • Ciao Gianluca, cosa fare per diventare agente di commercio lo trovi qui.
      Considera che il corso non è necessario se: “…si ha la certificazione relativa allo svolgimento dell’attività di viaggiatore piazzista o di dipendente qualificato addetto al settore vendite esercitata per almeno un biennio nei cinque anni precedenti la data di presentazione della domanda oppure il titolo di studio di scuola secondaria di secondo grado di indirizzo commerciale o certificato di laurea in materie commerciali e giuridiche in originale o in copia autentica…”.
      Ma anche se non hai una delle precedenti certificazioni considera che il corso dura solo tre mesi, per cui il problema è abbastanza limitato.
      Ti consiglio comunque di rivolgerti ad un commercialista esperto (necessario tra l’altro appena si inizia l’attività) per le valutazioni del caso.

  • Salve, sono un agente di commercio tradizionale che opera sul territorio abruzzo/molise.
    Mi piacerebbe avviare un’attività di agente che opera on-line (sono stufo di fare migliaia di kilometri al mese). Qualcuno può darmi dei suggerimenti su come e cosa fare?
    Grazie

    • Ciao, l’attività di agente di commercio on line può essere svolta
      nello stesso modo di quella tradizionale ossia “…promuovere per
      conto dell’azienda mandante, verso retribuzione, la conclusione di contratti…”.

      Come fare…

      …dal punto di vista tecnico non è difficile ma bisogna avere un pò di dimestichezza
      con l’HTML, anche se si può (e si deve) pensare di affidarsi ad un tecnico che
      realizzi la parte tecnica per te (scusa il gioco di parole).

      …dal punto di vista concettuale si può pensare di:
      – raccogliere contatti commerciali (denominati “LEAD” in gergo) e di venderli
      alle aziende a cui servono, oppure
      – raccogliere contatti commerciali attraverso il web per poi visitarli fisicamente
      “a botta sicura”, oppure
      – raccogliere contatti commerciali per poi concludere la vendita direttamente on line.

      Queste sono solo alcune idee che, spero, ti possano aiutare.

      Per farti una panoramica completa vagliando tutte le possibilità che il web mette a
      disposizione puoi studiare “attentamente” questo prodotto (a pagamento) molto chiaro e
      pieno di contenuti che anche io ho usato per chiarirmi le idee.

      Buon lavoro!

  • Ti ringrazio per la risposta tempestiva.

    Sono ancora un po confuso però, hai scritto che un agente non può esercitare l’attività in qualità di dipendente, ma quindi se uno vuole svolgere questa professione, l’unica scelta è aprire la partita iva o esiste anche la possibilità di essere assunti come dipendenti? Magari con un contratto di formazione sul lavoro per chi è alla prima esperienza.
    Cosa intendi quindi per investire sulla formazione?

    • Michele, l’Agente di Commercio è una “Attività d’Impresa” e come tale deve essere iscritta al registro delle imprese della Camera di Commercio.
      Chiaramente non tutte le aziende si avvalgono di Agenti per le vendite, alcune utilizzano personale interno (dipendenti). Ma non sono Agenti di Commercio.
      Per quanto riguarda la formazione, intendo dire che le opportunità per chi ha un computer, un collegamento internet e un po’ di iniziativa sono infinite. Il nuovo mercato (a mio parere) è il web, anche per noi, che Agenti lo siamo da anni. Per cui la formazione a cui mi riferisco è quella relativa alle nuove modalità di vendita e promozione: Direkt Marketing, acquisizione clienti online il drop ship ad esempio ma molto altro ancora.

      • Comincio ad entrare nell’ottica. Devo capire ora come muovere correttamente i primi passi. Certo, potrei anche valutare di fare il corso e aprire un’attività, ma poi dovrei trovare le aziende giuste…

        Ti ringrazio nuovamente per la disponibilità.

  • Ciao, ho trovato il tuo blog cercando su google e vorrei ringraziarti per le informazioni che metti a disposizione.

    Io ho 20 anni e attualmente sono disoccupato. Sono molto attratto da questo tipo di professione ma sono anche parecchio disorientato, per cui vorrei chiederti un paio di cose se possibile.
    Intanto, io non ho mai lavorato in ambito commerciale e possiedo un titolo di studio che non ha nulla a che vedere. Sto valutando l’iscrizione ad un corso di abilitazione per l’attività di agente di commercio con rilascio attestato regionale. Nel programma del corso compaiono discipline (diritto commerciale, legislazione tributaria, ecc) delle quali non possiedo nessuna cognizione, insomma parto proprio da zero.
    Quindi la mia prima domanda è: questi corsi di abilitazione sono rivolti anche a persone ancora ignoranti in materia come me, o è necessario possedere già cognizioni teoriche?

    Poi vorrei chiederti, una volta superato il corso, secondo te come dovrei cominciare? Essendo alle primissime armi presumo mi converrebbe cercare un’azienda che mi assuma come dipendente per fare esperienza, o dovrei aprire subito aprire un’attività individuale con tutto quello che ne consegue? Non mi sembra il caso sinceramente.

    Un ultimo quesito. Non vorrei sembrare banale però ho notato nei vari annunci di lavoro che molte aziende cercano agenti di età superiore ai 25 anni, pensi che io a 20 anni (quasi 21) potrei avere qualche chance?

    Ti ringrazio anticipatamente.

    • Ciao Michele,
      il “corso abilitante per agenti e rappresentanti di commercio” è una “infarinatura” sulle tematiche relative alla contrattualistica e alla fiscalità alla quale la professione è assoggettata. Molto semplice per chi ha già conseguito un diploma di scuola secondaria di primo grado (obbligatorio per la frequenza); è infatti richiesto esclusivamente l’apprendimento di ciò che viene spiegato al corso.
      I Requisiti per l’ammissione al corso (per i cittadini Italiani) sono (solo):
      1) avere compiuto i 18 anni di età;
      2) diploma di scuola secondaria di primo grado.

      Il corso è necessario esclusivamente per chi vuole iniziare l’attività in qualità di agente o rappresentante di commercio (attività autonoma). Per chi vuole iniziare la propria attività nel commercio in qualità di dipendente non ha alcuna necessità di frequentare il corso. L’agente di commercio, tra l’altro, non può svolgere l’attività in qualità di dipendente (guarda qui al punto 1.1) perchè l’iscrizione al ruolo lo esclude.

      Spesso gli annunci di lavoro riportano richieste quantomeno “inconsuente” come la ormai paradossalmente nota “…cercasi apprendista con esperienza…”. Dalla mia personalissima esperienza, posso dirti che è possibile trovare imprenditori seri che necessitano di gente volenterosa e capace, indipendetemente dalla loro età; normalmente però, bisogna provare diverse aziende prima di trovare quelle che vale la pena di rappresentare!

      Investire sulla propria formazione è, a mio parere, la mossa più importante.

      In bocca al lupo.
      Bruno

      P.S.: ti consiglio di lavorare solo con chi ti propone un contratto firmato.

  • Volevo porre due domande:
    1- che differenza c’è nell’aprire una posizione come agente di commercio e procacciatore d’affari?
    2 – E’ indispensabile che l’apertura della nuova posizione venga fatta da un commercialista/consulente del lavoro?
    Grazie

    • Ciao Ida,
      per poter diventare agente di commercio è (di nuovo) obbligatorio essere iscritti al ruolo.

      La differenza sostanziale tra l’agente e il procacciatore è il “vincolo di fedeltà”. L’agente di commercio è legato alla ditta con il vincolo di esclusiva o comunque con il rapporto di collaborazione risultante dal mandanto o dalla lettera di incarico. Il procacciatore di affari è libero di agire per chiunque.
      Il procacciatore, inoltre, ha rapporti meno stabili con l’azienda.

      Tutta l’attivià in carico ad un commercialista può essere svolta da un qualsiasi cittadino, basta che ne abbia le conoscenze.

      Io consiglio sempre di rivolgersi ad un professionista esperto, per diminuire i margini di errore.
      Bruno

Rispondi