Imprenditori del Web

Casi particolari di inizio dell’attività di Agente o Rappresentante di Commercio.

Apertura di unità locale

 

L’impresa che esercita l’attività in più sedi o unità locali nomina per ciascuna di esse un soggetto, in possesso dei requisiti di idoneità che eserciti l’attività di agente o rappresentante di commercio per conto dell’impresa. Qualora il titolare o il legale rappresentante non svolga in prima persona tale funzione presso l’unità locale, è tenuto a nominare un preposto, immedesimato con l’impresa, che deve possedere i requisiti per il legittimo esercizio dell’attività dichiarata.

 

Tale soggetto può essere nominato preposto in via esclusiva solo per questa impresa e solo per questa localizzazione, non può ricoprire detta qualifica per altre unità locali o sedi della stessa impresa.

 

L’obbligo di iscrizione del preposto non sussiste per dipendenti o collaboratori adibiti a mere funzioni di segreteria e di amministrazione in quanto non svolgono attività utili o necessarie alla promozione del contratto, alla sottoscrizione o acquisizione di ordini.

Si ricorda comunque che, ai sensi della vigente normativa, sia il titolare o legale/i rappresentante/i sia il diverso soggetto preposto per la localizzazione devono possedere i requisiti per il legittimo esercizio dell’attività di agente o rappresentante di commercio.

 

L’impresa che sia già attiva per l’attività in questione, se apre una unità locale ubicata nella stessa provincia della sede per la medesima attività, deve presentare, tramite l’applicativo Comunica con allegata eventuale “SCIA modulistica regionale unificata”, il modello “ARC” compilato nella sezione “Scia” e sezione “Requisiti” quest’ultima contenente la dichiarazione del possesso dei requisiti di legge da parte del nominato preposto; la sezione “Requisiti” può essere omessa laddove si tratti di preposto che riveste già la carica o la qualifica di legale rappresentate all’interno della società, per il quale, quindi, risulti già certificato e verificato il possesso dei prescritti requisiti.

 

Nel caso di svolgimento dell’attività di agente o rappresentante di commercio, con primo avvio dell’attività solo presso un’unità locale ubicata in provincia diversa da quella della sede, è necessario avviare due procedimenti poiché devono essere segnalati sia i requisiti del titolare o dei legali rappresentanti (alla camera competente per la sede legale) sia i requisiti dei preposti alle singole localizzazioni (alla camera competente per la localizzazione) tramite la presentazione di due pratiche: una, alla Camera di commercio competente per la sede legale, per la segnalazione dell’avvio dell’attività in questione da parte dell’impresa nel suo complesso; una seconda, alla Camera di commercio competente per l’unità locale, in cui saranno indicati i dati delle abilitazioni specifiche della localizzazione. Inoltre, anche se l’attività non viene concretamente svolta presso la sede legale, l’attività è stata comunque iniziata dall’impresa complessivamente intesa, e va quindi denunciata, come attività prevalente dell’impresa, alla Camera di commercio competente per la sede medesima.

 

Consiglio di consultare un esperto del settore per poter usufruire al meglio delle informazioni pubblicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Scarica GRATIS il corso: 
"E-mail Marketing"
ti verrà recapitato nella tua casella di posta elettronica.
Una lezione al giorno per una settimana.