Imprenditori del Web

Guadagno

Il 5° metodo per iniziare la tua redditizia attività on line che ti sottopongo non può che essere il: “Metodo Integrato”.

Il metodo integrato è, a mio parere, il migliore approccio che si possa avere per generare una redditizia attività on line, ed è la somma di tutti i metodi che abbiamo analizzato fin’ora.

Perchè è il metodo migliore?

Perchè è il metodo che ti permette di realizzare un business duraturo sul web.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste il metodo integrato:

  1. creare la tua presenza on line,
  2. far “crescere” la tua presenza on line,
  3. promuovere prodotti da affiliato,
  4. creare un negozio web,
  5. vendere prodotti in drop ship.

Analizziamo i punti uno ad uno.

Punto 1 creare la tua presenza on line:
creare la tua presenza o line, consiste nella realizzazione o di un blog o di un sito web che ti identifichi e che possa creare, di te, un’immagine esperta nel campo in cui ti proponi,

punto 2 far crescere la tua presenza on line:
consiste nell’inserire contenuti interessanti e pieni di valore che possano, sempre più, aumentare la fiducia che chi ti legge ha di te,

punto 3 promuovere prodotti da affiliato:
se hai lavorato bene e hai fatto capire a chi ti legge il tuo valore, potrai promuovere i tuoi prodotti, inerenti al campo in cui ti sei fatto un “nome”, come affiliato, verificando molto bene la qualità dei prodotti stessi perchè anch’essi parleranno di te,

punto 4 creare un negozio web:
con i tuoi primi guadagni web, realizzati con le vendite d’affiliato, potrai permetterti di aprire un negozio web ebay ( €9,95 🙂 ),

punto 5 vendere i tuoi prodotti in drop ship:
avendo sempre cura di ricercare prodotti di alto livello (sempre relativi al tuo settore di appartenenza), potrai ora inserire e vendere i tuoi prodotti in drop ship.

Vediamo, a questo punto, quali sono concretamente le azioni da compiere per attuare il progretto “Metodo Integrato”:

  1. acquista il tuo spazio web con il tuo relativo dominio web (che possibilmente avrà un nome che identifichi il tuo settore di appartenenza),
  2. installa il blog (o sito) nel tuo spazio web,
  3. inserisci molti contenuti di valore per crearti un’immagine di esperto,
  4. cerca produttori ai quali affiliarti (se non sai come fare studia),
  5. promuovili nel tuo blog o sito web,
  6. registrati in ebay,
  7. apri un negozio ebay,
  8. cerca prodotti in drop ship (consiglio bazarissimo per iniziare),
  9. vendi i tuoi prodotti drop ship,
  10. e…GUADAGNA.

Adesso hai tutte le informazioni necessarie per iniziare almeno un’attività redditizia sul web.

In bocca al lupo.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Con questo quarto metodo “il Negozio on line”, ti sottopongo una modalità di business che si avvicini a quello del “mondo reale” quella, cioè, di un negozio che vende merce al dettaglio.

Perchè aprire un negozio on line?
Perchè un negozio on line ha due enormi vantaggi nei confronti di un negozio “fisico”:

  1. investimento limitato
  2. enorme bacino di utenza.

Come infatti saprai, aprire un negozio “fisico” comporta, il possesso o l’affitto di un’ambiente ad uso commerciale, l’acquisto di arredamento interno dedicato all’immagine del negozio, l’acquisto della merce da inserire in esposizione e decine di moduli e permessi da compilare e pagare. Il tutto per la “modica” cifra di qalche decina di migliaia di euro. Inoltre anche aprendo un negozio in centro città o nel miglior centro commerciale della zona il numero di clienti si aggirerebbe a, solo, qualche centinaio al giorno.
Al contrario, un negozio on line può essere aperto con pochi euro e gode dell’immensa visibilità del “World Wilde Web”.

Be bella scoperta, ma:

  1. come faccio ad aprire un negozio on line, spendendo poco e senza avere un sito web????
  2. quanto devo spendere per comprare la merce da inserire nel negozio?
  3. e quando è aperto come faccio a rendermi visibile a tutti i potenziali clienti????

fortunatamente alle domande due e tre sappiamo già come rispondere, rispettivamente con drop ship per la domanda due e pubblicità Pay Per Click per la domanda tre (anche se per il tipo di negozio che ti mostro, la pubblicità a pagamento non è fondamentale).

La risposta alla prima domanda è una sola: apri un negozio EBay.

Un negozio eBay è un negozio che:

  1. ti permette di essere visibile nel ciruito eBay a tutti gli utenti di questa incredibile comunità virtuale. Ci pensi…, più di cento milioni (100.000.000) di utenti sono iscritti ad eBay, nessun negozio fisico di qualsiasi dimensione potrebbe mai darti una visibilità simile,
  2. con la modesta cifra di €9,95 al mese, ti permette di aprire un negozio virtuale (subito) on line,
  3. non necessita di un tuo sito web (quindi non necessita che tu conosca alcun linguaggio di programmazione).

meglio di cosi…

Quindi ricapitolando, per aprire un negozio virtuale (con guadagni reali) eBay, devi:

  1. cercare la merce da vendere (il metodo più veloce è sempre il drop ship),
  2. aprire un’account ebay,
  3. aprire un negozio ebay (con una visibilità immensa),
  4. inserire (nel tuo negozio) la merce da vendere,
  5. vendere e… riscuotere.

Eccoti pronto ad iniziare la tua nuova e redditizia attività on line.

Buon Lavoro

Ok, adesso posso tranquillamente sottoporti il terzo metodo, il “Drop Ship”.

Cos’è il Drop Ship?!
Il Drop Ship è il metodo che ti permette di vendere merce che non possiedi.
Mi spiego meglio, utilizzando questo metodo, l’azienda produttrice (drop shipper) ti concede di vendere i suoi prodotti come se fossero i tuoi prodotti; per permettere questo infatti:

  1. gestisce le giacenze,
  2. gestisce gli ordini (che tu invii loro),
  3. gestisce le consegne al cliente,
  4. imballa i prodotti senza inserire marchi e loghi che la possano identificare,

(tutto questo lo fà per conto tuo) e, ciliegina sulla torta, ti permette di acquistare la merce solo quando l’hai già venduta senza, tra l’altro, costringerti ad ordinare un quantitativo minimo di pezzi… meglio di così.

Dove si trovano le aziende Drop Shipper?!
Come sempre, per trovare le aziende che forniscono merce in Drop Ship, devi solo inserire le parole “Drop Ship” sul tuo motore di ricerca preferito e contattare le aziende che ti vengono proposte nei risultati. Ormai, infatti, i produttori che forniscono merce in Drop Ship sono parecchi anche in Italia con proposte “pluri-mercelogiche”. Se vuoi iniziare con il “piede giusto”, però, ti consiglio l’azienda che per prima ha portato il drop-ship in Italia: www.bazarissimo.com di Daniele Penna che oltre a fornirti più di 1500 prodotti disponibili alla vendita, ti mette a disposizione alcuni corsi gratuiti specifici per la vendita in Drop Ship.

Un’ultima curiosità da soddisfare è: che differenza c’è tra il Drop Ship e il Super Affiliato?
La differenza è semplice e sostanziale, il Super Affiliato è un’intermediario, mentre il venditore in Drop Ship è (agli occhi del cliente) il produttore.

Bene, capito il meccanismo elenco i passi da compiere per diventare Venditore con il Drop Ship:

  1. ricerca e seleziona le aziende che implementano il Drop Ship (e studia il più possibile),
  2. iscriviti alle aziende che ritieni più valide (es. Bazarissimo),
  3. apri un conto Pay Pal (o simile),
  4. proponi i tuoi nuovi prodotti (eBay, pubblicità Pay per Click ecc.),
  5. ricevi gli ordini dai tuoi clienti,
  6. gira gli ordini alle aziende (drop shipper)… le aziende faranno il resto (spedizione + consegna),
  7. incassa ( Guadagna).

Ecco imparato il tuo terzo metodo per iniziare una redditizia attività on-line.

P.S.
Non aspettare i prossimi metodi… INIZIA SUBITO. Più aspetti più guadagni perdi.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Eccoti il secondo passo (cose da fare/sapere) che mi ero dimenticato.

 

2° Cosa sono le aste on line.

 

Le aste on line sono, luoghi virtuali all’interno dei quali ogni utente iscritto può vendere o comprare qualsiasi cosa (oggetti, riviste, prodotti informativi ecc. ecc.) a o da chiunque, nelle modalità di vendita:

  1. o all’incanto
  2. o a prezzo fisso.

 

Il sito, di aste on line, più interessante e più popolare è eBay.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Cos’è eBay?
EBay, fondata nel 1995, è il mercato online più popolare al mondo.
EBay ha l’obiettivo di fornire una piattaforma per gli scambi commerciali in cui tutti possano acquistare o vendere praticamente qualsiasi cosa in tutto il mondo.
EBay, con più di cento milioni di utenti registrati in tutto il mondo, è, per chi vuole vendere prodotti, un bacino di utenza formidabile.

 

Nonostante sembri “ridicolo” spiegare cosa sia eBay, per completezza di informazione preferisco spiegare tutto, anche gli argomenti più semplici e conosciuti, piuttosto che rischiare di tralasciare qualche cosa. Come dicevano i nostri antenati latini: “Melius abundare quam deficere” (Meglio abbondare che scarseggiare).

Alla prossima.

ALT!

Sviluppando il terzo metodo per iniziare la tua reddittizia attività on-line, mi sono accorto di aver dimenticato di spiegare due passi (cose da fare) fondamentali.

1° come ricevere pagamenti on-line.

Per poter iniziare la tua lucrativa attività su internet devi assolutamente e ovviamente essere in grado di ricevere pagamenti da parte dei tuoi clienti. Come minimo quindi, considerando che i pagamenti più utilizzati in assoluto nel web sono i pagamenti tramite carta di credito, devi assolutamente strutturarti per poterli ricevere, in uno dei due seguenti modi:

  1. o ti rivolgi alla tua banca di fiducia
  2. o utilizzi Pay Pal

Cosa è Pay Pal? Pay Pal è una società del gruppo eBay leader nei pagamenti online, che ti permette di ricevere (e fare) pagamenti sul tuo sito web in tutta sicurezza.

Quale scegliere?
Come sempre nel reddito d’impresa, l’analisi da fare è sempre costi/benefici e cioè quale dei due metodi mi fa spendere di meno a parità di sicurezza. Vediamo:

La banca di fiducia ci chiede di sostenere spese in merito a:

  1. costo apertura conto
  2. commissioni in percentuale sul valore della merce (circa 3%-4%)
  3. commissioni relative ad un canone mensile di gestione traffico e spazio web
  4. costo tenuta conto on-line.

Il nostro conto Pay Pal ci chiede di sostenere spese in merito a:

  1. commissioni in percentuale sul valore della merce (da 1,8% a 3,4% + costo fisso di €0,35)

Inoltre aprire un account Pay Pal è questione di pochi minuti e tutto on-line, mentre per chiedere l’attivazione da parte della tua banca di fiducia i tempi si allungano notevolmente. Per cui… vedi tu.

Comunque, la cosa che mi premeva di più era di darti le informazioni necessarie per capire come poter ricevere in tempi brevissimi pagamenti dai tuoi clienti ed essere operativo da subito con Pay Pal.

Buon lavoro.

Il secondo metodo che ti voglio sottoporre, è il metodo denominato Super Affiliato (Giulio Marsala e Emmedi, docet).

Il metodo di applicazione è simile al Fast-Affiliate, ma propone una sostanziale differenza, se, infatti, con il metodo Fast-Affiliate generi ed indirizzi il traffico direttamente sul sito del produttore, con il metodo Super-Affiliato generi ed indirizzi il traffico direttamente sul tuo sito personale.

Perchè??? E’ cosi bello non avere scocciature!

E’ vero, ma la risposta è semplice.

Questo metodo permette di creare una tua presenza sul web, che potrai utilizzare per promuovere nel futuro (o contemporaneamente) altri prodotti sfruttando il tuo nome.

Per capire meglio vediamo nel dettaglio i passi da compiere per promuovere i tuoi prodotti da affiliato con il metodo Super Affiliato:

  1. seleziona le aziende alle quali affiliarti (dedicaci un bel po di tempo e possibilmente studia)
  2. affiliati
  3. – crea una pagina web per ogni prodotto da vendere –
  4. iscriviti alle pubblicità Pay per Click
  5. inserisci l’annuncio relativo al prodotto da vendere – con il link al tuo sito di vendita –
  6. – nel tuo sito, raccogli informazioni sui tuoi potenziali clienti (es. e-mail) e fidelizzali (es. regalando qualche report) –
  7. (solo a questo punto) invia i clienti alla pagina della ditta mandante relativa al prodotto da acquistare
  8. riscuoti.

Come puoi notare i passi da compiere non sono molto differenti ma differiscono, dal metodo Fast-Affliate, nella sostanza. Dal punto di vista pratico infatti devi solo inviare il traffico sul tuo sito personale invece che sul sito del produttore.
Questa piccola differenza, però, ti consente di avere la completa e totale gestione del cliente.

Riassumendo, il metodo Super Affiliato ti permette di creare:

  1. un’immagine tua di marketer
  2. un pacchetto clienti tuo che potrai ricontattare in futuro
  3. una pagina di vendita realizzata da te e non dal produttore (che probabilmente non ha una pagina dedicata al prodotto che tu pubblicizzi e forse non è neanche in grado di crearla)
  4. un rapporto di fiducia con i potenziali clienti, che potranno essere clienti soddisfatti e ritornare.

Ecco imparato il tuo secondo metodo per iniziare una redditizia attività on-line.

P.S.
Entrambi i metodi sono potenzialmente formidabili.
Devi decidere tu quanto tempo e denaro vuoi dedicare alla tua redditizia attività su internet, in quanto il metodo Fast Affiliate necessita di poca “manutenzione”, mentre il metodo Super Affiliato necessita di maggior attenzione, dedizione e qualche investimento in più da dedicare alla creazione del sito internet.

P.P.S.
Non scoraggiarti mai! Modera gli investimenti pubblicitari e prestissimo vedrai i tuoi primi risultati.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Il “Fast-Affiliate” (vedi anche il Corso Gratuito) è il metodo più veloce, come dice la parola stessa, per promuovere/pubblicizzare i tuoi prodotti nel web.

Il metodo consiste nell’utilizzare la pubblicità Pay per Click per indirizzare il maggior numero di potenziali clienti direttamente sui siti dei produttori ai quali ti sei affiliato; e per poter accertare che i clienti pervenuti sul sito dei produttori sia stato generato da te, la pubblicità Pay per Click permette che venga inserito il tuo link di affiliato.

I punti di forza di questa metodologia sono:

  1. non devi gestire il cliente e tutte le problematiche annesse
  2. non devi gestire gli ordini, ne in fase di acquisizione ne in fase di evasione
  3. non devi gestire il post-vendita
  4. ti procuri velocemente il traffico
  5. generi traffico mirato (grazie alla pubblicità Pay per Click), con un alta probabilità di conversione
  6. contieni i costi (perchè derivati solo dalla pubblicità Pay per Click)
  7. non devi crearti un’immagine di marketer, in quanto non sarai mai visibile

L’unica cosa da monitorare, in questo metodo, è che le provvigioni (percentule di guadagno data all’affiliato, quindi a te) giustifichino l’investimento pubblicitario (Pay per Click). Questo vuol dire che avrai un solo parametro da tenere d’occhio.

Ricapitolando i passi da compiere per iniziare a guadagnare con questo primo metodo sono:

  1. seleziona le aziende alle quali affiliarti (dedicaci un bel po di tempo e possibilmente studia)
  2. affiliati
  3. iscriviti alle pubblicità Pay per Click
  4. inserisci l’annuncio relativo al prodotto da vendere con il relativo link alle tue case mandanti
  5. verifica la percentuale di conversione (ossia quanti dei potenziali clienti inviati al sito del produttore, comprano)
  6. eventualmente rivedi la pubblicità Pay per Click se la conversione è bassa
  7. riscuoti.

Ecco imparato il tuo primo metodo per iniziare una redditizia attività on-line.

P.S.
Non pensare di diventare ricco subito. Come tutte le cose, prima, devi, provare, provare, provare… e se vuoi specializzarti, studiare.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Prima di iniziare la trattazione dei “5 metodi per iniziare la tua redditizia attività on-line”, mi preme ricapitolare un paio di nozioni necessarie alla completa comprensione di quanto tratterò:

 

-1- Affiliazione e affiliati. (vedi anche i miei precedenti post qui e qui)

 

Per Affiliato si intende l’Agente di Commercio del web.
L’affiliazione è la modalità secondo la quale, le aziende produttrici, conferiscono a terzi la facoltà di promuovere i loro prodotti, compensandoli con una percentuale sulle vendite effettuate. Il metodo e i costi con il quale l’affiliato promuove i prodotti è a sua libera iniziativa e carico.
Le aziende che utilizzano il metodo dell’affiliazione, rilasciano un codice che identifica l’affiliato (normalmente un link o un banner o entrambi), in modo da poter identificare univocamente l’origine del traffico, ossia, da chi i clienti sono stati mandati.
Normalmente l’affiliazione è gratuita e non prevede alcun obbligo al raggiungimento di budget. Alcune aziende, però, esigono quote d’ingresso, altre pretendono che chi le promuove abbia un sito on-line, altre ancora danno provvigioni ridicole.
(Ti consiglio, quindi, di fare molto bene tutte le considerazioni del caso prima di perdere del tempo con la promozione di prodotti per aziende troppo legate al PROPIO guadagno).

[ad] Empty ad slot (#1)!

-2- Pubblicità.

 

I metodi più redditizi e semplici per poter pubblicizzare i prodotti sono le pubblicità Pay per Click di Google e Yahoo denominate rispettivamente AdWords e Search Marketing.
La pubblicità pay per click, è messa a disposizione dai motori di ricerca Google e Yahoo, e sono quei link denominati “collegamenti sponsorizzati”, posizionati nello spazio in alto a destra dei risultati delle ricerche effettuate sui motori stessi.
Le motivazioni che rendono questo tipo di pubblicità da preferire a qualsiasi altro tipo sono soprattutto due:

  1. viene proposta solo ad un pubblico interessato perchè “restituita” solo a seguito di una ricerca specifica per quel tipo di parola chiave,
  2. la paghi solo se l’utente clicca sul link e non la paghi nel caso contrario.

 

Ok. Siamo pronti per iniziare la trattazione sui “5 metodi per iniziare la tua redditizia attività on-line”.

 

P.S.
Per approfondire in modo professionale il discorso affiliazioni e web marketing ti consiglio di leggere il lavoro di Pasquale Miele

 

Non ci sarebbe da aggiungere altro. Chi meglio di un Agente di commercio professionista può intraprendere un’attività come questa? Anni e anni di “marciapiede” serviranno pure a qualcosa.

 

Infatti, nonostante la differente tipologia di approccio alla vendità che le figure di agente on-line ed off-line hanno, i metodi e l’obiettivo sono sempre quelli:

  • identificare il cliente (tipologia),
  • aumentare la sensazione di bisogno (nel cliente),
  • piazzare (vendere) il nostro prodotto.

 

L’unica distinzione reale che c’è tra i due metodi (on-lin ed off-line) è la presenza fisica dell’agente di commercio. Se da un lato può essere un’arma vincente, in quanto permette di entrare maggiormente in empatia con il cliente, dall’altro può essere anche molto “ingombrante” e rendere difficile il primo incontro con il potenziale cliente.

[ad] Empty ad slot (#1)!

Al contrario nel Web, non essendoci contatto fisico/visivo, catturare l’attenzione del potenziale cliente risulta essere il più grande ostacolo da superare per poter interessare il nostro cliente. La grandissima “chance” che ci fornisce il Web, però, è che se una strategia non funziona, possiamo sempre ricominciare da zero, tentando una moltitudine di approcci diversi, svariati metodi e slogan di vendita proponendo i nostri prodotti in ogni situazione immaginabile ricercando la più performante possibile.

 

Bene.

 

Mi auguro di averti chiarito le idee che con questa breve dissertazione. Se hai deciso di iniziare la tua nuova e lucrosa attività di Agente di Commercio online, ti consiglio di iniziare da qui o almeno da qui.

 

A presto e buona fortuna.

Basta traffico!
Basta orari da rispettare!
Basta attendere che i clienti abbiano tempo da dedicarti!

La cosa più importante della vita è vivere. Dobbiamo evitare di svolgere attività che ci fanno perdere tempo (il nostro tempo é = a la nostra vita), dobbiamo utilizzare tutto il nostro tempo per fare qualche cosa che ci piace e il nostro lucroso business su internet, ci permette di farlo.
Oltre a permetterci, infatti, di lavorare in qualsiasi ora del giorno e della notte (a nostro piacimento), ci dà l’opportunità di svolgere il nostro lavoro in qualsiasi luogo del pianeta noi desideriamo, con l’unico vincolo di possedere una fonte di corrente elettrica ed una connessione internet.

Possiamo quindi decidere di svolgere la nostra attività anche al mare tra un bagno e l’altro, o montagna o in qualsiasi luogo ci sia congeniale.

Che dici un sogno?!…
PROVA!

Infatti, se sei riuscito a leggere questo post hai già tutte le conoscenze e gli strumenti necessari per iniziare.
Per svolgere una proficua attività sul web devi dotarti di:

  1. un computer (anche modesto),
  2. una connessione internet (possibilmente veloce ma può bastare anche un modem 56k)
  3. un pò di tempo da dedicare sia alle ricerche dei prodotti da vendere, sia alla publicizzazione dei prodotti stessi.

Come già spiegato nei miei post precedenti (Come si diventa agenti di commercio online e Affiliazioni e google adwords) pubblicizzare i nostri prodotti non è mai stato cosi facile, possiamo infatti decidere di avvalerci di inserzioni gratutite e/o di utilizzare inserzioni a pagamento, di indirizzare traffico sui siti dei produttori con il nostro link di affiliato ecc.

In qualsiasi modo, comunque, decidiamo di operare tutto ciò che ci serve è esattamente un computer, un modem e un pò di tempo.

Come accadde negli anni ’60-’70 ai nostri padri, anche noi, oggi, ci troviamo ad affrontare un periodo di grossa trasformazione. E come fu, allora, per quella generazione, è per noi oggi un favolosa opportunità di guadagno.
Mi spiego meglio: negli anni ’60-’70 in seguito al boom economico, l’economia Italiana subì una decisa svolta, la penisola si trasformò da paese agricolo-industriale (sostanzialmente sottosviluppato) in un moderno paese industriale-agricolo.
In questi ultimi anni in seguito alla globalizzazione dei mercati, la penisola si stà trasformando da paese industriale-agricolo ad un moderno paese di…

…ecco noi siamo a questo punto.
Dobbiamo a tutti i costi sfruttare le grandi opportunità che il “globale” sviluppo della rete (web) ci permette. Promuovendo (e vendendo 🙂 ) decine di prodotti in centinaia di nuove nicchie di mercato ottenendo migliaia di euro di guadagni 🙂 .
Oppure potremo trovarci tra qualche anno a rimpiangere la grossa opportunità persa.
Opportunità che, tra l’altro, devono essere colte al volo perchè ancora fruibili dal piccolo imprenditore. In breve tempo infatti, tali opportunità verranno capite e sfruttate anche dai grossi investitori che inevitabilmente faranno lievitare i costi in maniera esponenziale (come già è successo alla pubblicità televisiva), inibendone l’utilizzo ai piccoli.

Come già constatato nel punto 2 di questa lista, la quantità di tempo “utilizzabile” dall’agente di commercio per poter svolgere la professione, è l’elemento più importante in assoluto, tanto che può determinare anche il fallimento dell’attività stessa.

Il motivo principale (come già detto) è che nell’attività off-line quando si stà promuovendo un prodotto presso un cliente non si può fisicamente fare altro, mentre nell’attività on-line la promozione ai nostri prodotti è svolta in automatico nel “web” dai nostri software.

Ed è propio grazie a questa caratteristica del web di poter contattare diretamente il cliente finale (direct-marketing) in qualsiasi momento della giornata (tramite e-mail, pubblicità adwords ecc.), a darci la possibiltà di elaborare una strategia di vendita una volta sola, per poi lasciarla libera di autopromuoversi nel web, generando reddito in automatico. Dando a noi il tempo e quindi la possibilità di dedicarci alla ricerca e alla promozione (automatica) di ulteriori prodotti.

Avremo, cosi, a nostra disposizione, un generatore di reddito automatico, con capacità praticamente illimitata.

Buon lavoro.

Nel corso della storia recente siamo stati testimoni della drastica e sostanziale modificazione delle abitudini dei consumatori.

Modificazioni imputabili probabilmente a molte causa, tra le quali:

  • il cambio dalla produzione industriale standardizzata (prodotti uguali per tutti), ad una produzione personalizzata (prodotti dedicati)
  • l’avvento dei centri commerciali,
  • l’apertura di nuovi mercati (paesi dell’est) e la conseguente riduzione dei prezzi
  • il cambio di modalità di risparmio del consumatore (es. dai b.o.t. ad altre fonti)
  • il quotidianamente bombardato da un enorme numero di messaggi pubblicitari atti ad incrementare la sua percezione di bisogno
  • la possibilità di rateizzare ogni genere di acquisto ecc. ecc.

Questi ed altri motivi hanno prodotto una nuova tiplogia di consumatore, probabilmente molto confuso, ma sicuramente molto orientato a prodotti di moda, economici e di facile accessibilità (take-away).

Questo cambiamento di abitudini del consumatore, ha ovviamente portato cambiamenti nel mercato (del quale il consumatore è la parte più importante 🙂 ) e conseguentemente messo in discussione anche il nostro (di agenti di commercio) “normale modus operandi”.

Modus operandi che, per potere soddisfare il mercato appena descritto, deve portare, l’agente di commercio, ad avere o un grosso numero di aziende a disposizione (con una moltitudine di prodotti), o un numero limitato di aziende ma molto flessibili, aziende in grado cioè, di generare velocemente prodotti nuovi sempre attuali con cilci di vita estremamente brevi.

Come si può facilmente evincere, entrambe le condizioni, nel mondo fisico (off-line), sono praticamente irrealizzabili per vari motivi, primo tra i quali il sensibile aumento dei costi di ogni singolo prodotto.

Nel mondo virtuale (on-line) la possibilità di promuovere un grosso numero di aziende è facilmente realizzabile, restando comodamente seduti alla propia scrivania.

E nel prossimo punto (6) capiamo il perchè…

La differenza sostanziale che si può riscontrare tra un agente di commercio on-line e un agente di commercio off-line è che il primo usa la tecnologia, mentre il secondo “si fa usare” dalla tecnologia.

Mi spiego meglio: mi hanno sempre fatto molto riflettere le affermazioni che si “sprecavano” negli anni ’80, secondo cui l’era tecnologica, quella dei computer, avrebbe creato disoccupazione a causa del massiccio utilizzo di “macchine”.

I computer (secondo le credenze dell’epoca) avrebbero dovuto sostituire l’uomo in tutte le attività industriali rendendo obsoleto l’impiego umano. In realtà gli anni ’80 poi inevitabilmente, passarono, i computer entrarono prepotentemente nell’industria divenendo indispensabili ma…
l’utilizzo umano fu sempre di fondamentale importanza.

Anzi come, ben saprete, propio a causa delle macchine, il lavoro aumentò a causa sia della curva di apprendimento sia del setting degli stessi…

…A tutt’oggi la situazione non è cambiata di una virgola, la maggior parte delle persone che utilizzano la tecnologia, la utilizzano come palliativo alle normali attività a cui sono sempre stati abituati, per cui chi ha sempre usato la posta per mandare documenti probabilmente usa il fax ma difficilmente usera un file (word, pdf ecc.) tramite e-mail, chi svolge un’attività che potrebbe tranquillamente essere svolta nella propia abitazione con un computer e il telefono, continua invece a prendere un’automobile, rischiando la vita e producendo inquinamento, per raggiungere un posto di lavoro lontano da casa ecc. ecc.

Ovviamente, la professione di agente di commercio, non fà eccezione. Noi agenti di commercio off-line, come i pendolari, continuiamo, quotidianamente, a coprire enormi distanze per raggiungere i clienti, perdento un sacco di tempo e denaro sia per strada, sia presso i clienti stessi (spesso in sale di attesa), invece di utilizzare il nostro tempo in attività molto più redditizie e lucrative.

Abbiamo finalmente tutti gli strumenti necessari per attuare un deciso cambiamento nelle nostre professioni, utilizzando la tecnologia invece che facendoci usare dalla tecnologia, affinche ci dia il contributo che prometteva al momento del suo sviluppo, ossia un’innalzamento della qualità della vita e contemporaneamente un miglior utilizzo del nostro tempo. Tempo che possiamo utilizzare per promuovere tutti i prodotti che più ci aggradano, di qualsiasi classe merceologica ed in ogni parte del mondo.

Scarica GRATIS il corso: 
"E-mail Marketing"
ti verrà recapitato nella tua casella di posta elettronica.
Una lezione al giorno per una settimana.